/ CRONACA

CRONACA | giovedì 11 ottobre 2018, 11:07

Maltempo: tregua sulla costa ma dovrebbe arrivare l'ultima 'spallata' della perturbazione, 180 mm a Col di Nava (Foto e Video)

I modelli matematici confermano la ripresa delle piogge, sulla falsa riga di quelle di stanotte tra poco. C’è una perturbazione sul mare che si sta spostando verso la provincia di Imperia ma dovrebbe essere senza fenomeni temporaleschi di forte intensità.

Maltempo: tregua sulla costa ma dovrebbe arrivare l'ultima 'spallata' della perturbazione, 180 mm a Col di Nava (Foto e Video)

E’ in atto una tregua della pioggia sulla nostra provincia, anche se in alcune zone dell’entroterra continua a piovere regolarmente da ieri sera. La conferma arriva dall’Arpal regionale, che evidenzia come sia sta creando una linea di convergenza in Val Bormida nel savonese, dove intorno alle 10 sono scesi circa 60 mm di pioggia in un’ora, raggiungendo i 240 dall’inizio di ieri.

Questi i livelli delle piogge alle 11 sulle località monitorate nella nostra provincia: Col di Nava 180 millimetri; Pieve di Teco e Colle d’Oggia 150; Borgomaro 110; Bajardo 100; Triora, Ceriana e Montalto 90; Verdeggia, Airole, Seborga e Gouta 80; Sanremo 65; Dolcedo, Rocchetta Nervina e Ventimiglia 60; Diano Castello 40; Imperia 30. Dalla caduta delle piogge si evince che la perturbazione ha colpito soprattutto l’entroterra e, in particolare quello dell’alta Valle Arroscia.

Anche se rispetto a questa mattina sono aumentati i livelli, non sono segnalate criticità legate ai corsi d'acqua. Al momento la situazione continua ad essere ampiamente sotto i livelli di guardia su tutti i corsi monitorati dai sensori. L’Impero, nella zona di Pontedassio, è poco sotto lo zero ai livelli dei giorni scorsi, a quota 0,2 e ben al di sotto dei livelli di guardia (il ‘giallo’ posizionato a 1,6 ed il ‘rosso’ a 2,7).

Il torrente Argentina, nella zona di Montalto ha quasi raggiunto quota 2, ma ben al di sotto dei livelli di guardia (5 per il ‘giallo’ e 7 per il ‘rosso’). Situazione pressoché identica più a Sud, in località Merelli dove ha raggiunto quota 1 (livelli di guardia in questo caso a 3 per il ‘giallo’ ed a 4,5 per il ‘rosso’).

Il torrente Armea è sempre a quota 0,3, al di sotto dei livelli di attenzione (‘giallo’ a 1,3 e ‘rosso’ a 2). Nuova crescita anche del Nervia che, ad Isolabona ha raggiunto 1,8 (livelli di guardia: ‘giallo’ a 3,3 e ‘rosso’ a 4,3). Infine il Roya che, ad Airole è cresciuto a 1,9 (guardia a 3,6 per il ‘giallo’ e 5 per il ‘rosso’). A Torri è a 0,2, (guardia a 2,5 per il ‘giallo’ e 3,5 per il ‘rosso’).

I modelli matematici confermano la ripresa delle piogge, sulla falsa riga di quelle di stanotte tra poco. C’è una perturbazione sul mare che si sta spostando verso la provincia di Imperia ma dovrebbe essere senza fenomeni temporaleschi di forte intensità. Come evidenziato già questa mattina presto, ora l’attenzione si sposta più verso i torrenti ed i rii anche se, nella nostra provincia non si registrano problematiche di sorte. Livello di attenzione elevato anche in relazione alla saturazione del terreno, viste le abbondanti piogge da ieri sera.

Il punto della situazione dalla Protezione Civile:

Il maltempo tra Pieve di Teco e Vessalico:

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore