/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 06 ottobre 2018, 10:28

Sanremo: prima edizione della 'Biennale della Famiglia', genitori e professionisti a confronto sui problemi dell'adolescenza (Foto e Video)

Costanza Pireri: "Dobbiamo lavorare sulle tematiche riunite per dare risposte ai singoli bisogni, senza assistenzialismo che non paga mai. Sanremo non è solo Festival e fiori e direi che la carenza del lavoro è uno dei primi fattori, che va a scatenare tutta una serie di cose che sono alla base della famiglia”.

Andrà avanti fino alle 18, al Palafiori di Sanremo, la prima edizione (la numero zero), della ‘Biennale della Famiglia’, un convegno, primo e unico in Italia, con il quale il Consultorio Diocesano Centro Promozione Famiglia festeggia i suoi 35 anni di servizio, un'occasione per rinnovare la propria missione di prevenzione e formazione. Si tratta di un’occasione per approfondire disagi, opportunità, difficoltà, speranze del vasto mondo dell'adolescenza contemporanea.

Il Vice Sindaco di Sanremo, Costanza Pireri, ha introdotto il convegno, auspicando che la città dei fiori possa diventare il ‘centro’ della biennale: “Questo è l’anno zero di un evento che parla della famiglia, elemento fondante della società. Le Amministrazioni e le varie realtà devono confrontarsi con le famiglie. Oggi vengono anche festeggiati i 35 anni del Consultorio, un momento di aggregazione al quale hanno risposto più di 300 persone e speriamo che Sanremo possa diventare il fulcro della biennale”. Quali le problematiche di questa biennale: “Sanremo non è esente, visto che parliamo di problemi degli anziani, di chi ha perso il lavoro, senza dimenticare il genitore separato o i figlio disabile. Dobbiamo lavorare sulle tematiche riunite per dare risposte ai singoli bisogni, senza assistenzialismo che non paga mai. Sanremo non è solo Festival e fiori e direi che la carenza del lavoro è uno dei primi fattori, che va a scatenare tutta una serie di cose che sono alla base della famiglia”. 

Molti operatori del settore e genitori al Palafiori per capire le problematiche dell’adolescenza e la conferma è arrivata anche dalla Dott.ssa Silvia Minasi, direttore del Consultorio ‘Promozione Famiglia’ di Sanremo: “C’è l’esigenza del mondo adulto per capire gli adolescenti. Si sente il disagio dei giovani e lo si avverte. La presenza dei molti adulti oggi significa il desiderio di voler essere a fianco dei ragazzi ed essere vicini nel momento della crescita. Il convegno vuole capire se il contesto sociale contemporaneo, in qualche modo favorisce il disagio e, avere questo mondo di adulti (insegnanti, genitori e professionisti di vario genere) in questa giornata è un bellissimo segnale di speranza”. Di chi sono le responsabilità? “Le responsabilità maggiori sono degli adulti, ma credo che esista un contesto sociale che distrae pesantemente dal ruolo educativo. La famiglia è sempre più sotto stress sul piano lavorato rivo, nel quale non si ha tempo. Negli anni si è prodotto un atteggiamento di delega delle famiglie ai professionisti. Noi siamo qui per invertire la rotta, investendo sulle famiglie, in cui crediamo e siamo certi che sono l’unica risorsa per poter interagire positivamente sull’aspetto educativo, con l’aiuto della scuola e del territorio”.

Gustavo Pietropolli Charmet, psichiatra e psicoterapeuta ha aperto il convegno dopo un docufilm, presentato in anteprima nazionale, ‘Preferirei di no’ sul preoccupante fenomeno del ritiro sociale anche noto come hikikomori. In Italia, pur mancando stime ufficiali, si suppone che almeno 100.000 persone siano interessate a questo fenomeno in aumento. Ancora c'è molto da sapere e comprendere e proprio su questo disagio si incentra la relazione del prof. Charmet, che non trascurerà però anche altre gravi forme di disagio quali i disturbi del comportamento alimentare più noti anche come anoressia e bulimia.

Elena Paracchini psicologa-psicoterapeuta cercherà invece di dare le chiavi di lettura del grave fenomeno del suicidio adolescenziale di cui, sempre più spesso troviamo traccia sui quotidiani italiani. L'aumento di questi fenomeni, rispetto agli anni precedenti interroga il mondo adulto ed insinua il dubbio che la cultura contemporanea possa in qualche modo esserne responsabile. A condurci nella riflessione sarà Mario Salisci, sociologo e professore all'LUMSA, Libera Università Maria Santissima Assunta di Roma che da anni approfondisce l'influenza del mondo contemporaneo sulla costruzione dell'identità della persona. Concluderà il percorso il Domenico Simeone, pedagogista, docente presso l'Università Cattolica di Brescia, offrendo una riflessione sul contributo che scuola e famiglia, alleate, possono offrire al benessere delle nuove generazioni, coinvolgendo gli stessi adolescenti ed il territorio. Ma la Biennale della Famiglia aprirà anche altri sguardi sull'adolescenza grazie al ricco programma degli interventi in contemporanea.

Altri 14 relatori, infatti, si alterneranno su focus specifici. Fra questi i 7 vincitori del Bando Nazionale per laureati al di sotto dei 35 anni che verranno da tutta Italia.

Una festa, quella odierna, che la Biennale vive con altre 99 piazze in tutta Italia, in occasione della giornata mondiale che l'ONU dedicata agli insegnanti. L'obiettivo è dimostrare come solo lavorando sull'alleanza scuola-famiglia-territorio si può sperare di dare un futuro migliore ai nostri giovani, aiutandoli a crescere sereni ed in armonia con sé stessi e ciò che li circonda. Una festa di compleanno non è però tale senza la classica torta, per questo motivo il Consultorio Promozione Famiglia avrà il piacere di offrire una fetta della torta di compleanno al cui taglio saranno presenti Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo, Costanza Pireri vice-sindaco di Sanremo e Sonia Viale assessore alla Sanità della Regione Liguria.

Durante la giornata sono a disposizione dei partecipanti i servizi della ASL 1 ‘Spazio Giovani!’ e quello dedicato ai Disturbi del Comportamento Alimentare, l'Associazione genitori di figli ADHD, l'associazione Effetto Farfalla ed un banco espositivo di libri dedicati all'adolescenza.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium