/ 

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

| giovedì 15 febbraio 2018, 18:53

Taggia potrebbe essere il primo e l'unico comune della provincia di Imperia ad ottenere ben 2 bandiere verdi per il 2018

Merito della scuola primaria G. Mazzini, dell’Istituto Comprensivo di Taggia che ha deciso di intraprendere l’iter per l’ottenimento del vessillo, seguendo le orme di un altro istituto, la scuola dell’infanzia di via Colombo.

Grazie a due scuole, Taggia si candida a diventare la cittadina con più bandiere verdi della provincia di Imperia per l'anno 2018. La scuola primaria G. Mazzini, dell’Istituto Comprensivo di Taggia ha deciso di intraprendere l’iter per l’ottenimento del vessillo, seguendo le orme di un altro istituto, la scuola dell’infanzia di via Colombo.

L'intervista a Micaela Marmo per la scuola G.Mazzini di Taggia




Quest’oggi si è costituto il primo Eco-Comitato per il percorso avviato dalla scuola elementare di Levà. Erano presenti le referenti della FEE Liguria Albina Savastano e Marina Dri, l’assessore alla Pubblica Istruzione Barbara Dumarte, l’insegnante referente per il progetto Micaela Marmo, il rappresentante di Docks Andrea Montaldo, Roberta Borioli (referente del Comune) e, oltre a loro, anche altri numerosi esponenti del corpo docente e dei rappresentanti dei genitori.

La bandiera verde è il riconoscimento internazionale che attesta l’impegno della comunità scolastica nel ridurre il proprio impatto ambientale. Il vessillo e l’annessa certificazione, vengono assegnati alle scuole che aderiscono al programma Eco-Schools, un percorso didattico educativo promosso dalla FEE (Foundation for Environmetal Education) Italia. Quest’ultima è l’emanazione italiana dell’organizzazione internazionale con sede in Danimarca, fondata nel 1981.

In questi anni, la bandiera verde per le scuole, così come quella blu per i comuni, sono diventate sinonimo di eccellenza e rispetto per l’ambiente, riconosciute in tutto il mondo. Nel 2018, oltre a Taggia, nella riviera dei fiori, ci saranno altre tre scuole, per altrettanti comuni, candidate ad ottenere il riconoscimento della FEE: Camporosso, Santo Stefano al Mare e San Lorenzo al Mare. Taggia a differenza delle altre realtà sarà la prima a poter vantare ben due di questi riconoscimenti.

La scuola Mazzini ha chiesto di poter iniziare l'iter della bandiera verde attraverso il progetto ’Somma 4R e fai la differenza’ (Riduzione, Recupero, Riuso e Riciclo dei Rifiuti). Abbiamo chiesto all’insegnante Micaela Marmo che cosa è stato fatto e quale sarà il lavoro nelle prossime settimane verso l'ottenimento del vessillo. “I ragazzi della nostra scuola hanno deciso di utilizzare uno slogan che riassuma il loro progetto. Quindi l’attenzione è posta ancora una volta sulla raccolta differenziata. - sottolinea Micaela Marmo - Si sono attivati concretamente fin dall’inizio dell’anno per utilizzare in tutte le aule i contenitori necessari per diversificare le frazioni di rifiuto, chiedendo alla Docks di fornire anche cestini per la carta e la plastica. Stiamo camminando per cercare di diffondere il più possibile questa buona pratica".

"I rappresentanti dei ragazzi della scuola primaria sono anche i consiglieri del CCR, avevano già rilevato questa difficoltà e si sono attivati in prima persona, nella commissione ambiente, a prestare attenzione al discorso della raccolta differenziata. Il prossimo step è quello di fare un piano d’azione in base all’indagine che i ragazzi hanno già attuato, quindi che cosa vogliono fare concretamente. - spiega l'insegnante - Dovremo avere un momento di valutazione e perciò un secondo eco-comitato dove i ragazzi esporranno il percorso che hanno effettuato e che cosa sono riusciti ad ottenere e realizzare; per arrivare, in conclusione, alla stesura di un eco-codice, con la diffusione di buone pratiche ambientali per la raccolta differenziata. Il progetto dovrà essere inviato a Roma entro il 18 di maggio quindi speriamo che per la fine dello stesso mese di ottenere il conferimento della bandiera verde nel plesso di Levà”.

Il corpo docente è determinato nell’arrivare alla fine di questo iter di valutazione per ottenere il riconoscimento. Al loro fianco c’è il Comune, l’assessore Dumarte si è messa completamente a disposizione della scuola Mazzini, così come per la scuola dell’infanzia. Se tutto andrà per il verso giusto a fine maggio ci sarà un’importante cerimonia che vedrà coinvolte le istituzioni ed il mondo scolastico.

Un bel risultato per Taggia, in termini di immagine ma anche di utilità.
Infatti l’ottenimento della bandiera verde garantirà punteggi maggiori che semplificheranno l’accesso ad un altro importante riconoscimento, quello della bandiera blu. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore