/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 14 febbraio 2017, 13:28

Visita a Torino per le classi terza e quarta geometri (oggi Costruzioni, Ambiente e Territorio) di Ventimiglia

"Dopo la visita, che seguirà un itinerario ricco di edifici interessanti, al ritorno il lavoro a scuola proseguirà, con una discussione relativa a quanto visto ed imparato"

Visita a Torino per le classi terza e quarta geometri (oggi Costruzioni, Ambiente e Territorio) di Ventimiglia

Le attività per la formazione degli allievi del corso C.A.T. (sigla che significa Costruzioni, Ambiente e Territorio, il nuovo nome del corso Geometri) proseguono con successo al Fermi di Ventimiglia: i professori delle materie di indirizzo del corso (Progettazione e Sicurezza sul cantiere) hanno organizzato per il prossimo venerdì un’uscita didattica a Torino, al fine di far prendere visione diretta ai ragazzi degli edifici più significativi di questa interessante città.

"Già a scuola sono state dedicate alcune lezioni per spiegare l’origine urbanistica di Torino, come città di fondazione romana, ed è stato selezionato un itinerario prettamente 'architettonico', che vede come tappe più salienti la Mole Antonelliana, Palazzo Carignano con la sua facciata a curve e la famosa casa detta 'Fetta di Polenta', edificio audacissimo progettato dall’ingegner Antonelli sul un lotto di dimensioni quasi 'impossibili', una vera e propria sfida strutturale, come del resto è anche la stessa Mole.

Gli allievi del CAT partecipano a tali iniziative con grande interesse, come già per la visita alla Fiera dell’edilizia di Bologna dell’ottobre scorso, e per i professori è l’occasione giusta per mostrare ai ragazzi come le spiegazioni teoriche trovano una concretizzazione nella realtà costruita e nei possibili oggetti della futura professione. Da segnalare anche in questo periodo una ottima crescita di nuove iscrizioni alla classe prima del corso Geometri, grazie anche al sostegno del Collegio Geometri di Imperia con il contributo-libri di 100 euro ad alunno per i nuovi iscritti, che da sempre sottolinea l’importanza di questa versatile professione.

Dopo la visita, che seguirà un itinerario ricco di edifici interessanti, al ritorno il lavoro a scuola proseguirà, con una discussione relativa a quanto visto ed imparato".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium