/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2022, 13:29

Black Friday, stato di agitazione e mobilitazione del personale driver e magazzinieri: in Liguria consegne degli acquisti a rischio

I sindacati: “Non esistono lavoratori di serie A e di serie B”

Black Friday, stato di agitazione e mobilitazione del personale driver e magazzinieri: in Liguria consegne degli acquisti a rischio

Consegne degli acquisti a rischio in Liguria a causa dello stato di agitazione e della mobilitazione di tutto il personale driver e magazzinieri previsto in occasione del Black Friday.

"Nelle scorse settimane le segreterie di Filt CGIL, Fit CISL e Uiltrasporti hanno comunicato alle aziende BRT – SDA – GLS -TNT/FEDEX una duplice necessità, la prima inerente a un accordo per gli autisti per il periodo natalizio, e la seconda per l’erogazione dei bonus previsti dai decreti aiuti da erogarsi a tutti, autisti e magazzinieri. Durante l’incontro, i sindacati hanno confermato le richieste economiche per il periodo natalizio, confermando gli importi anticipati tramite apposita piattaforma. Durante l’incontro per i driver, è stato chiaro che vi erano pareri discordanti sia sugli importi economici che sulle modalità di erogazione, mentre nulla è emerso in merito alla richiesta del cosiddetto “bonus carburante” per tutti autisti e magazzinieri. Dopo due settimane di attesa, nessuna comunicazione ufficiale è ancora giunta alle segreterie, salvo una comunicazione informale di tutte le parti datoriali, circa una insufficiente disponibilità solo ed esclusivamente per i driver, circostanza che fa presagire che vi siano opinioni diverse su quanto richiesto per gli autisti e i magazzinieri" - dicono le segreterie regionali Filt Cgil, Fit Cisl ed Uiltrasporti.

"Ritenendo che non vi siano lavoratori di serie A e di serie B, i sindacati comunicano l’apertura dello stato di agitazione di tutti i Driver e magazzinieri della Liguria sotto il periodo del Black Friday, e in virtù dell’agitazione Sindacale e della mobilitazione di tutto il personale, gli stessi potranno effettuare conseguenti iniziative di sciopero, con presidi davanti ai cancelli di BRT – SDA – GLS – TNT/FEDEX senza dover effettuare alcuna ulteriore comunicazione" - dicono Marco Gallo per Filt Cgil, Mirko Filippi  per Fit Cisl e Giovanni Ciaccio per Uiltrasporti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium