/ Economia

Economia | 22 settembre 2022, 15:54

Pro e contro dei pannelli fotovoltaici

Oggigiorno le famiglie che sono alla ricerca di validi sistemi per risparmiare energia elettrica ora che ha raggiunto un costo davvero altissimo da fronteggiare

Pro e contro dei pannelli fotovoltaici

Oggigiorno le famiglie che sono alla ricerca di validi sistemi per risparmiare energia elettrica ora che ha raggiunto un costo davvero altissimo da fronteggiare. Infatti, tutti sono alle prese con la ricerca di validi sistemi per risparmiare. Tuttavia non è possibile azzerare i consumi e ci sono comunque diverse necessità che costringono a utilizzare energia elettrica. Al giorno d’oggi sta prendendo sempre più piede l’installazione del sistema con pannelli fotovoltaici per produrre in autonomia l’energia elettrica che serve tra le mura domestiche. Per capire se davvero ne vale la pena, meglio evidenziare quali sono i pro e i contro di questa soluzione.

I punti a favore dei pannelli fotovoltaici

Rispetto a soli pochi anni fa, i pannelli fotovoltaici oggi costano meno e l’investimento quindi è da prendere in considerazione seriamente. Inoltre, al giorno d’oggi chi desidera passare al fotovoltaico trova diversi bonus, agevolazioni fiscali e riduzioni che aiutano a fronteggiare la spesa. Esistono diverse offerte luce consultabili su CheTariffa che tengono conto di chi ha un impianto fotovoltaico per venire in contro alle necessità di vendere l’extra produzione. Inoltre, il fotovoltaico si ripaga nel tempo grazie al risparmio generato. È un vantaggio non da poco perché significa che l’investimento fatto si ripaga nel tempo di circa 5 – 10 anni al massimo (dipende dalla produzione).

Quello che però sicuramente è il punto a favore più forte riguarda il risparmio. I costi in bolletta hanno da subito una riduzione, senza contare poi che si tratta di energia pulita con zero emissioni dannose per l’ambiente. Finalmente si ha la certezza di consumare energia prodotta in maniera sostenibile ed etica senza la necessità di dover sfruttare materie prime inquinanti e costose come il gas. Infatti, la filiera di produzione energetica a casa è sicuramente migliore rispetto a quella industriale, considerando anche che il fotovoltaico usa solo materiali riciclabili.

I punti a sfavore del fotovoltaico

Nonostante il fotovoltaico sia ricco di vantaggi, ci sono anche dei punti di debolezza che vale la pena sottolineare per dare una visione più completa. Per iniziare, l’installazione del sistema con pannelli fotovoltaici chiede un investimento non indifferente creando quindi qualche difficoltà alle famiglie che sono già in ristrettezza economica.

Bisogna sempre considerare che il fotovoltaico non ha una produzione di energia costante ma molto dipende dalle condizioni meteo e dall’esposizione. Se per il meteo non si può fare molto, l’esposizione invece deve essere studiata alla perfezione perché i pannelli siano inondati dai raggi solari per più ore possibili altrimenti l’investimento è stato vano.

Inoltre, la produzione di energia elettrica deve essere consumata istantaneamente altrimenti la si perde. Alcuni potrebbero ribattere che viene introdotta nella rete e poi pagata dalla compagnia elettrica ma in realtà è indubbio che l’energia prodotta e venduta ha un costo inferiore rispetto a quella consumata direttamente dalla rete evitando che lo storno sia pari a 0. Il problema si potrebbe risolvere acquistando una batteria ad accumulo che però ha un costo davvero molto elevato da mettere in conto.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium