ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Cronaca

Cronaca | 11 gennaio 2022, 07:14

Triora ha diffidato il Parco delle Alpi Liguri dall'usare territori e nome, "Siamo il 35% del territorio, senza di noi non esistono"

Durissimo attacco da parte del sindaco di Triora Massimo Di Fazio in quella che si prospetta come l'anticamera dell'uscita del paese dall'ente regionale.

Massimo Di Fazio, sindaco di Triora

Massimo Di Fazio, sindaco di Triora

"Dovrebbe spiegare alla gente come intende parlare di una realtà unica e stupenda quale è il Parco delle Alpi Liguri, senza il territorio di Triora": è questa la provocazione lanciata da Massimo Di Fazio, sindaco di Triora, di fronte all'intervista al presidente dell'Ente Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, Alessandro Alessandri, sugli obiettivi per il 2022 (QUI).

La crisi tra l'amministrazione comunale di Triora e l'Ente Parco va avanti da qualche tempo, da quando Regione Liguria ha nominato Alessandri, presidente. Una nomina che non è stata gradita all'amministrazione comunale del paese delle streghe, tagliato fuori anche dal consiglio dell'ente. I rapporti sono ormai ai ferri corti da luglio scorso. L'ultimo passo è stata la diffida inviata dal Comune di Triora al Parco, dall'usare terreni e nome del paese, senza avere una autorizzazione.

Questa è l'anticamera dell'uscita di Triora dal Parco delle Alpi Liguri? "Per il momento siamo ancora dentro - sottolinea Massimo Di Fazio, sindaco di Triora - ma non intendiamo sottacere di fronte a quello che per noi è stato un abuso. Il Parco per noi è importante, lo viviamo quotidianamente. Vogliamo avere gli stessi diritti degli altri. L'amministrazione comunale e il consiglio comunale hanno espresso forte preoccupazione per la situazione e da qui ne è nata la diffida all'ente Parco. Non potevamo fare diversamente".

Ricordiamo, qual è il problema che ha messo in contrapposizione Triora con l'ente Parco? "Non è stato rispettato lo statuto che prevede una rappresentanza equilibrata dei comuni che fanno parte del Parco. A luglio 2021 è stato nominato come presidente il sindaco di Pieve di Teco, un comune che non fa nemmeno parte del Parco e le nomine del consiglio da tempo appaiono sbilanciate verso le altre vallate. Sono anni che siamo tagliati fuori. Eppure Triora è il Comune che ha la maggiore superficie di terreno nel Parco, il 35%. Diciamo basta a un Parco che oggi viene usato per fini politici.

Perchè ha deciso di intervenire adesso in risposta a quanto affermato dal presidente Alessandri nel bilancio sul futuro del Parco? "L'ho letto e mi chiedo come sia possibile parlare di turismo, investimenti e futuro quando ci sono strade e sentieri in uno stato vergognoso. Vogliono fare vedere un Parco che non c'è. La maggior parte dei sentieri del Parco su Triora viene pulita con i soldi del nostro Comune. Noi investiamo anche all'interno dell'area Parco e poi veniamo a sapere che l'ente Parco negli ultimi anni avrebbe preso un finanziamento che in parte sarebbe stato speso anche per la sistemazione di un tratto esterno al parco. Riteniamo che ci fossero altre priorità prima".

Il Parco è un ente regionale, la nomina dei vertici passa da Regione Liguria, vi siete appellati a loro? "Siamo sconcertati dal silenzio dal rappresentante locale di Regione Liguria per quanto riguarda l'assessorato ai parchi, Alessandro Piana. I problemi del Parco sono noti da tempo. Quando abbiamo deciso di prendere posizione ufficialmente e a gran voce contro tutto questo, in un'ottica di miglioramento, ci aspettavamo provvedimenti in difesa del nostro territorio e invece nessuno ha detto nulla. Stiamo seriamente pensando di uscire dall'ente Parco perchè non ci rappresenta in alcun modo. Come possiamo sederci a un tavolo - si chiede Di Fazio - dove non siamo ben accetti?".

Le rivolgo la stessa domanda provocatoria, può esistere un Parco delle Alpi Liguri senza Triora? "Per il noi - conclude Massimo Di Fazio - il Parco delle Alpi Liguri esiste realmente. Non è solo qualcosa di astratto o sulla carta oppure un soggetto necessario per prendere finanziamenti. Triora è il cuore del Parco delle Alpi Liguri. Lo viviamo ogni giorno. Noi siamo il Parco delle Alpi Liguri. Ci dicano loro come faranno a parlare ancora di Parco Alpi Liguri senza Triora".

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium