/ Al Direttore

Al Direttore | 06 ottobre 2021, 21:42

Archeonervia scopre in località 'Menua' un Santuario che si lega al culto delle acque

Culto molto diffuso nell'estremo Ponente Ligure

Archeonervia scopre in località 'Menua' un Santuario che si lega al culto delle acque

Menua è una località che si trova sulle alture di Rochetta Nervina dove in passato nel corso di una  una prospezione Archeonervia ha scoperto un altare sacrificale che si lega al culto delle acque già documentato, ma non è tutto.

Recentemente, a seguito di una segnalazione, Archeonervia è ritornata sul luogo con  il risultato di aver  trovato  nel  tratto di un ruscello caratterizzato da un fenomeno carsico un Santuario con tutto il corredo di elementi riconducibili al culto delle acque tra cui un grande altare sacrificale a forma di parallelepipedo e un banco di roccia con due incisioni vulvari di grandi dimensioni con sopra una piattaforma di pietra utile per deporvi le offerte votive.
Culto delle acque molto diffuso nell'estremo Ponente Ligure che trova le sue radici a seguito dall'idea fortemente consolidata nelle prime comunità stabili che hanno colonizzato il territorio, che l'acqua era la fonte di vita e di tutte le cose.

Pratica devozionale che comportava una complessa liturgia che si espletava con il sacrificio  di un animale e una offerta di sangue alla Terra Madre dove l'acqua, fonte di vita, veniva associata alla vulva. Connessione che non deve essere interpretata come una rappresentazione oscena come ci ha insegnato la nostra morale cristiana, ma l'organo attraverso il quale la donna, come l'acqua, compie il miracolo di dare vita.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium