Elezioni comune di Diano Marina

 / Economia

Economia | 19 luglio 2021, 07:00

Cuffie Bluetooth. Come si scelgono nel 2021?

Auricolari o cuffie Bluetooth? Oggi vedremo tutti gli aspetti fondamentali da dover valutare e alcuni dei migliori modelli in commercio.

Gli elementi essenziali per scegliere le cuffie Bluetooth
  • Le cuffie Bluetooth sono dispositivi innovativi che consentono di ascoltare la musica nel migliore dei modi, isolandosi dall’ambiente circostante

  • I motivi per cui sono maggiormente utilizzate vengono correlati al gaming, allo sport all’aperto, o alle attività musicali che richiedono un’elevata qualità audio

  • Essendo senza fili, ci si può muovere liberamente senza avere cavi ingombranti e fastidiosi. Allo stesso tempo, si gode di un’autonomia elevata grazie alle batterie integrate. Molti modelli, tra l’altro, funzionano anche col Jack da 3,5 mm

Introduzione

Negli ultimi 3 o 4 anni è spopolato tantissimo l’utilizzo delle cuffie Bluetooth. Si tratta di un’attrezzatura molto all’avanguardia che, a differenza dei classici auricolari con cavo, offre una versatilità senza precedenti.

Non solo si può ascoltare la musica per rilassarsi, ma ci si isola letteralmente da tutto ciò che ci circonda, data l’altissima qualità audio di questi dispositivi. Certo, scegliere il paio corretto non è facile, ma a prescindere da quello che si compra, l’esperienza d’ascolto sarà sempre unica nel suo genere.

Ciò è possibile grazie a sistemi interni di ultima generazione, come la cancellazione del rumore, o l’utilizzo di padiglioni morbidi che riescono a insonorizzare il tutto facendoci entrare letteralmente all’interno della canzone.

Dato che non tutti, ovviamente, sono esperti di musica e tecnologia, vogliamo quindi mostrarvi una guida dettagliata che possa aiutarvi a scegliere le migliori cuffie Bluetooth del 2021.

Cercheremo di spiegarvi tutto nel modo più semplice possibile, dato che spesso si possono trovare tecnicismi e termini specifici molto complicati. Per quanto riguarda i negozi su cui rifornirsi, dovete sapere che siti come ilprodottomigliore.it contengono non solo un’infinità di modelli, ma anche i prezzi migliori in assoluto.

Questo perché si avvalgono di partner specializzati nel settore e, sfruttando le loro collaborazioni, riescono ad offrire merce di qualità ad un costo davvero competitivo.

Quindi, vediamo un po’ come funzionano le cuffie Bluetooth, per poi capire quali sono i modelli più gettonati sul mercato.

Cosa sono le cuffie Bluetooth?

Com’è facile intuire, le cuffie Bluetooth non sono altro che auricolari moderni che, piuttosto di utilizzare un cavo per connettersi a dispositivi come radio, cellulari, lettori MP3 o computer, utilizzano l’innovativa tecnologia Bluetooth.

Ciò significa che, senza l’aiuto di nessun filo, saranno in grado di riprodurre i contenuti audio che state ascoltando su altri dispositivi. In questo modo, si evitano i grovigli di cavi e si migliora anche la qualità del suono.

Quali sono i vantaggi? Semplicissimo.

Ci si può muovere liberamente

Quante volte vi è capitato di ascoltare della musica sul divano e, puntualmente, alzarvi di scatto e portarvi il telefono con voi, per terra. Questo perché avevate il cavo collegato e ve ne siete completamente dimenticati prima di muovervi.

In questo senso, le cuffie o gli auricolari Bluetooth consentono di risolvere tuti i problemi legati alle cadute accidentali. Essendo wireless, non avrete bisogno di fili e, quindi, non farete mai cadere il cellulare per sbaglio.

Con le console vale la stessa cosa: immaginate di dover giocare alla Nintendo Wii, che è molto movimentata, con delle cuffie con cavo. Praticamente impossibile.

Ciò aumenta anche la cosiddetta portata, ovvero la distanza massima al quale potrete tenervi dal vostro dispositivo. Se volete guardare un film in TV o al PC con le cuffie con cavo, dovrete necessariamente stare quasi attaccati allo schermo, ad un massimo di 1 o forse 2 metri.

Viceversa, con degli auricolari Bluetooth è possibile allontanarsi anche di diversi metri senza che la connessione cada.

Ci sono svantaggi? Come in tutto, ovviamente sì.

Peso e prezzo

Utilizzando design moderni, funzionali e più avanzati, come anche le tecnologie e i processori integrati, le cuffie Bluetooth risultano per forza di cose più costose dei modelli con cavo. Tuttavia, la qualità dei materiali è decisamente migliore, dato che sono notevolmente più resistenti e duraturi.

Ciò, però, gioca a discapito del peso, che risulta sicuramente più elevato rispetto ad un paio di auricolari tradizionali che, tra l’altro, possono risultare anche molto più piccoli. Difatti, come vedremo tra poco, esistono sia le cuffie in stile auricolare, che le cuffie con archetto, le cui differenze possono essere molte non solo in termini di design, ma anche di prezzo, qualità audio e funzionalità.

Come scegliere le cuffie Bluetooth?

Quando si vuole acquistare un paio di cuffie Bluetooth, si devono prendere in considerazione svariati fattori che, in un modo o nell’altro, faranno una differenza sostanziale. Non si tratta solamente di una questione di prezzo, di recensioni o di opinioni altrui.

Dovrete, appunto, individuare le vostre esigenze personali e, una volta trovate, valutare numerosi elementi che, però, potreste non conoscere alla perfezione. Quindi, mantenete la concentrazione e scoprite insieme a noi quali sono le caratteristiche principali da dover guardare in un paio di cuffie Bluetooth.

Tipo: cuffie o auricolari?

Abbiamo già anticipato pocanzi che esistono due tipi di strumenti per ascoltare la musica senza fili: gli auricolari Bluetooth e le cuffie Bluetooth. Ognuno dei due modelli ha dei vantaggi e degli svantaggi.

Auricolari

Gli auricolari, innanzitutto, sono famosi per le loro forme super compatte, che consentono di portarli ovunque, anche in tasca, senza occupare molto spazio.

Sono quasi invisibili, e si possono riporre in una piccola custodia che, tra l’altro, li ricaricherà per estenderne l’autonomia. Tali modelli risultano ottimi per chi fa sport all’aperto o sta spesso al telefono mentre è fuori casa. Alcuni, addirittura, consentono di usare un solo auricolare per tenere un orecchio libero nel caso in cui si è alla guida ma si riceve una chiamata.

In questo senso, le Aoslen sono un ottimo esempio di auricolari Bluetooth.

Cuffie

Per quanto riguarda le cuffie, il livello sale leggermente in termini di qualità audio, come anche in termini di peso e di prezzo. Difatti, le cuffie Bluetooth, o cuffie con archetto, si distinguono subito per le loro dimensioni importanti, che coprono l’intera testa dell’utente.

Sono formate, appunto, da un arco centrale che, alle estremità, ha due padiglioni molto grandi. Questi ultimi andranno a creare un effetto isolante alle orecchie, che rende il suono notevolmente più coinvolgente e di qualità. Se amate ascoltare bassi molto profondi e importanti, scegliere un paio di questo tipo è sicuramente l’ideale.

Difatti, i motivi per cui gli utenti scelgono maggiormente i modelli di questo genere sono legati al gaming o all’utilizzo in studi di produzione. Questo perché la qualità è molto più elevata in termini di audio, e consentono di distinguere al meglio ogni singolo suono.

 

Alcuni, addirittura, sono dotati di microfoni incorporati e consentono anche l’utilizzo con Jack da 3,5 mm nel momento in cui si scarica la batteria.

 

Un ottimo esempio di cuffie Bluetooth con archetto sono senza ombra di dubbio le JBL Tune 500BT, un concentrato di potenza e qualità audio ma allo stesso tempo economico.

Frequenza

Una volta scelto il vostro paio di cuffie ideale, l’unica cosa che dovrete ancora valutare sarà la frequenza di riproduzione. Difatti, l’orecchio dell’uomo umano è in grado di sentire chiaramente solamente i suoni che raggiungono i 20.000 kHz.

Ecco perché acquistare un paio di cuffie o auricolari con una frequenza altissima non avrebbe alcun senso. I suoni potrebbero sentirsi, ma risulterebbero quasi distanti e, quindi, impercettibili. In alcuni casi, si potrebbe non sentire nulla.

Quindi, il consiglio generale è quello di optare per modelli che offrono una frequenza di riproduzione compresa tra i 500 Hz e i 3 kHz (ovvero 3000 Hz). Questo perché, essendo molto basse, godrete di un sound corposo e ben definito, soprattutto se amate musica elettronica o strumentale.

Allo stesso modo, se vi interessano gli alti e i medi piuttosto che i bassi, tenetevi in un range di frequenze compreso tra i 5 kHz e i 15 kHz. Ragionando allo stesso modo delle frequenze più basse, ciò vi consentirà di godere di suoni alti e medi abbastanza chiari e definiti.

Questo si rende utilissimo per coloro che amano la musica cantata e suonata, e non solamente mixata con effetti elettronici. Logicamente, ognuno ha il proprio udito, e le frequenze appena indicate servono solamente a scopo indicativo.

Il metodo migliore per capire se un paio di cuffie può fare al caso proprio, rimane sempre quello di provarle prima di acquistarle o subito dopo, in modo da restituirle se non vi soddisfano.

Versione Bluetooth

Dato che stiamo parlando di cuffie Bluetooth, dovrete anche valutare accuratamente la versione di quest’ultimo. Se non lo sapevate, infatti, esistono più versioni Bluetooth, ognuna delle quali risulta più o meno stabile.

Fortunatamente, si aggiornano in continuazione, quindi è facile comprendere quale versione è migliore di un’altra. Se fino a qualche anno fa si conosceva solamente il Bluetooth, adesso esistono le versioni 2.0, 3.0, 4.0, 5.0, 5.1 e via dicendo.

 

Più è alto il numero, più sarà alta la qualità del sistema. In questo senso, un buon Bluetooth consente di aumentare non solo la stabilità di connessione, ma anche la qualità della stessa. Quindi, i crash improvvisi, le interferenze e i rumori di sottofondo ambigui vengono totalmente eliminati.

 

Allo stesso tempo, la qualità dell’audio viene incrementata, per un’esperienza di ascolto decisamente migliore. Come auricolari Bluetooth 5.1, citiamo sicuramente le Yobola, che offrono una delle stabilità più elevate in commercio tra i modelli di fascia medio-bassa.

Autonomia

Inutile dire che ogni paio di cuffie vi offrirà un determinato grado di autonomia. Non essendo alimentati dal cavo Jack 3,5 mm e dalla connessione con un dispositivo, questo tipo di cuffie e auricolari ha bisogno di essere ricaricato dopo un certo periodo di tempo.

Fortunatamente, la maggior parte dei modelli in commercio offre un livello di autonomia piuttosto elevato, che può arrivare anche a 10 o 15 ore di fila. Tutto dipenderà non solo dalla potenza del Bluetooth, ma anche da quanto tempo ascoltate la musica.

Se, per esempio, riproducete i brani solamente quando vi andate ad allenare e, quindi, 1, 2 o 3 ore al giorno, molto probabilmente penserete che l’autonomia sia di almeno 3 o 4 giorni.

In realtà, l’autonomia si riferisce proprio alla durata in ore o minuti (consecutivi) di ogni modello. Quindi, anche un dispositivo con autonomia di 4 o 6 ore potrebbe risultare efficiente in base alle vostre esigenze personali.

Citando i modelli che abbiamo preso come esempio finora, un paio di auricolari come gli Aoslen, per esempio, dura fino a 3 o 4 ore con una sola carica. Sfruttando però l’apposita base di ricarica, che funziona anche da custodia, il tempo massimo di autonomia può estendersi fino a 12 ore di fila.

Quindi, supponendo che vi alleniate 3 ore al giorno, potreste usarle per 4 giorni di fila senza problemi e senza dover caricare neanche la base. Le Yobola, invece, durano 5 ore con una ricarica, e tramite la base possono arrivare a durare ben 25 ore consecutive. Quindi, un tempo più che raddoppiato.

Le cuffie con archetto come le JBL, invece, non hanno nessuna custodia o base di ricarica. Ecco perché sono alimentate da batterie molto più potenti che, però, necessitano di essere caricate col cavo quando si esauriscono. Modelli del genere, tuttavia, possono offrire anche 16 ore di autonomia, come vale questo modello.

Conclusioni

Avete sicuramente compreso che munirsi di un buon paio di cuffie può fare la differenza quando ci si vuole rilassare ascoltando della buona musica. Logicamente, ogni individuo ha le sue esigenze personali, e un modello potrebbe risultare migliore di un altro.

Un consiglio spassionato è quello di individuare l’utilizzo che se ne vuole fare del proprio paio di cuffie. Se fate sport, opterete sicuramente per un paio di auricolari piccoli, comodi e leggeri da utilizzare.

Se, invece, producete musica o amate giocare online per diverse ore di fila, suggeriamo sicuramente di acquistare un paio di cuffie con archetto. Se ne avete la possibilità, optate per un modello con microfono, in modo da comunicare con i vostri compagni di gioco quando volete.

 

Non ci resta, quindi, che augurarvi un buono shopping!

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium