/ Attualità

Attualità | 19 settembre 2018, 07:21

L'estate premia l'offerta culturale di Taggia: intervista a Laura Cane "Tanta qualità ma nel 2019 vogliamo alzare ancora di più il livello"

La formula della riscoperta delle feste della tradizione si è rivelata vincente e nuova, soprattutto su scala provinciale. Tempo di bilanci per Laura Cane, presidente del consiglio comunale con delega alla cultura.

Laura Cane

Laura Cane

Taggia saluta un’altra estate di eventi con un bilancio positivo. La cultura è una delle colonne che caratterizza il calendario manifestazioni e quest’anno, questa tipologia di appuntamenti ha riscosso una considerevole partecipazione. La formula della riscoperta delle feste della tradizione si è rivelata vincente e nuova, soprattutto su scala provinciale.

La Festa della Ciliegia ha portato nel centro storico tabiese tantissime persone, oltre a far emozionare e divertire anche gli abitanti del borgo. Il teatro itinerante con il ritorno de ‘La luna e i suoi raggi’ , il ‘Teatro del Marchingegno’ ed il Teatro del Banchéro, sono stati altrettanto apprezzati. Ugualmente importanti, le Cene a Villa Curlo ed Appunti Sonori, la prima una novità, la seconda un’affermata rassegna musicale. Ottima la risposta anche per la versione estiva dei festeggiamenti storici di San Benedetto.

La programmazione culturale tabiese è stata in grado di offrire un bel mix. L’obiettivo da raggiungere è stato uno solo: portare il pubblico a scoprire e conoscere il centro storico di Taggia. Un messaggio chiaro e tangibile, grazie alla diversa tipologia di manifestazioni che non hanno interessato una sola piazza ma tanti angoli caratteristici di questo borgo, abbelliti e proposti con un’atmosfera emozionale d’impatto.

Ora che settembre si avvia al termine, abbiamo tracciato un bilancio con Laura Cane, presidente del consiglio comunale di Taggia con delega alla cultura. Qual è il suo giudizio al termine di questa estate culturale? “MI ritengo soddisfatta sia per quelle che potremmo definire iniziative consolidate sia per i nuovi appuntamenti. Penso al riscontro positivo avuto dai festeggiamenti legati a San Benedetto ed alla Festa Ciliegia. Il corteo storico estivo e le ambientazioni con i rioni sono stati una gradita novità resa possibile dal Comitato Festeggiamenti Storici di San Benedetto e dall’impegno di tutti i rioni tabiesi. La grande parata a tema legata alla storica produzione locale di ciliegie è nata da un importante lavoro svolto dalla ProLoco insieme a molti altri abitanti e realtà di questo comune. Un successo anche le cene a villa Curlo rese possibili grazie al Centro Culturale Tabiese, protagonista anche con Appunti Sonori. Ognuno di loro ha contribuito a realizzare eventi che rimarranno nella nostra storia. Grazie anche ai commercianti che hanno creduto in questi appuntamenti sostenendoli e contribuendo alla buona riuscita - sottolinea Laura Cane - Anche l’offerta teatrale è andata davvero bene. Abbiamo avuto tre compagnie che hanno acceso l’immaginazione del pubblico con spettacoli unici. Per il prossimo anno mi piacerebbe valorizzare l’anfiteatro del Castello per farlo diventare il fulcro delle rassegne teatrali. Questo luogo come villa Curlo sono stati molto apprezzati pertanto sarà nostra premura prendercene cura ed incentivarne la conoscenza”.

La Festa della Ciliegia è stata senza ombra di dubbio una scommessa vinta, pensa che questo risultato possa portare ad ulteriori ‘riscoperte’ per il prossimo anno? “Non ci aspettavamo un exploit di queste dimensioni per la Festa della Ciliegia, una manifestazione che mancava dalle strade di Taggia da ormai 70 anni. - conferma la delegata alla cultura - Visto il grande impatto, abbiamo deciso di riproporla ed a breve credo che ci saranno delle novità su questo appuntamento. Al momento non posso dire di più ma stiamo lavorando in questa direzione. L’intenzione è di riproporre ancora questi eventi, migliorandoli”.

Crede che sia andato tutto bene o potrebbe esserci ancora un margine di miglioramento? “Quest’anno ho voluto puntare molto sulla qualità degli eventi culturali offerti e nel 2019 mi piacerebbe riuscire ad alzare ancora di più il livello della nostra offerta. Quindi si potrebbe pensare di avere un numero di manifestazioni inferiore in questo ambito ma dall’impatto qualitativo nettamente superiore. Il fine ovviamente rimane quello di garantire ed accrescere la visibilità per il nostro splendido comune. Gli eventi culturali devono attirare il turista ma anche tutte quelle persone che vivono nei comuni limitrofi a Taggia. Vogliamo che grazie ad un evento questi nostri ‘vicini’ possano conoscere le tante ricchezze e la storia che caratterizzano il nostro centro storico. Questo aspetto potrebbe essere un volano anche per far conoscere, ad esempio, la nostra tradizione culinaria e così anche i nostri ristoranti. - conclude Laura Cane - Per il prossimo anno l’intenzione è di continuare sull’onda della valorizzazione delle nostre feste folkloristiche dimenticate coinvolgendo ma soprattutto sostenendo ancora di più le nostre associazioni, principali custodi della memoria tabiese”.

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium