/ Cronaca

Cronaca | 20 settembre 2019, 12:21

Imperia: guidava senza patente, ubriaco e sotto effetto di droghe, inseguito ed arrestato dai Carabinieri

I fatti si sono svolti nel pomeriggio di martedì, quando i Carabinieri che stavano percorrendo via Clavi ad Imperia per dirigersi nelle frazioni dell’entroterra, sono stati superati, sul lato destro, a forte velocità, da un’autovettura station wagon.

Imperia: guidava senza patente, ubriaco e sotto effetto di droghe, inseguito ed arrestato dai Carabinieri

Nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione di Dolcedo hanno arrestato un 21enne imperiese, ritento responsabile di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, nonché guida senza patente ed in stato di ebbrezza da assunzione di sostanze stupefacenti.

I fatti si sono svolti nel pomeriggio di martedì, quando i Carabinieri che stavano percorrendo via Clavi ad Imperia per dirigersi nelle frazioni dell’entroterra, sono stati superati, sul lato destro, a forte velocità, da un’autovettura station wagon. È scattato immediatamente l’inseguimento, anche perché i militari hanno ritenuto che potesse trattarsi di qualcuno in fuga dopo aver commesso un reato.

L’inseguimento è proseguito per qualche kilometro, fino alla frazione Piani di Imperia, dove il veicolo è stato raggiunto mentre il conducente cercava di eseguire una manovra ad ‘U’ per immettersi in una traversa, che gli avrebbe permesso di eludere gli inseguitori. I Carabinieri hanno intimato l’alt al conducente, che ha ripreso la marcia e sui è mosso in direzione dei militari dell’Arma, concretizzando così la resistenza. Uno dei militari è riuscito ad infilarsi nell’abitacolo e ha staccato le chiavi da quadro, interrompendo così la marcia del veicolo.

Il 21enne è stato quindi arrestato. Una contestuale perquisizione ha permesso di rinvenire circa 5 grammi di marijuana, per cui è stato ritenuto opportuno procedere agli esami clinici, il cui esito positivo ha permesso di addebitargli la guida in stato di alterazione da sostanze d’abuso. Giudicato per direttissima e convalidato l’arresto, è stato destinato agli arresti domiciliari.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium