/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | lunedì 14 novembre 2016, 11:23

Ventimiglia: risate e musica con gli Oblivion, il quintetto cult che ha spopolato nel web

Cinque contro tutti in un articolato mangianastri umano che mastica tutta la musica mai scritta e la digerisce in diretta in modi mai sentiti prima.

Ventimiglia: risate e musica con gli Oblivion, il quintetto cult che ha spopolato nel web

La stagione teatrale di Ventimiglia, dopo l’intenso esordio con “Human”, prosegue con uno spettacolo esplosivo, firmato da uno fra i gruppi di musica comica più noti e interessanti nel panorama italiano. Sabato 19 novembre, è la volta degli Oblivion, il quintetto più irriverente del teatro e del web, e del loro “The human jukebox”.
Inarrestabili melodie e un umorismo mai scontato sono gli ingredienti vincenti di questo gruppo vocale cult, noto al grande pubblico anche grazie al video su YouTube “I Promessi Sposi in 10 minuti”, geniale micro-musical visto e postato da milioni di utenti.


Cinque contro tutti in un articolato mangianastri umano che mastica tutta la musica mai scritta e la digerisce in diretta in modi mai sentiti prima: dai Ricchi e Poveri ai Rapper, da Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, tutte le canzoni, senza farne nessuna. Uno schiacciasassi che trangugia e livella Sanremo, X Factor, Albano e Il Volo. Gli Oblivion hanno in repertorio l’intero pantheon dei grandi della musica italiana e internazionale e sono pronti ad affrontare sfide sempre più difficili a colpi di parodie, mash-up, duetti impossibili, canzoni strampalate. Un flusso di note e ritmi infinito prenderà vita davanti agli occhi rapiti degli spettatori, per un’ esperienza interattiva sorprendente e mai ripetibile.

Gli abbonamenti alla Stagione 2016/17 sono ancora disponibili: per chi volesse acquistarli, è ancora possibile garantirsi la conveniente possibilità di una poltrona a prezzo scontato per i restanti spettacoli della ricca stagione. “Ventimiglia a Teatro” proseguirà a venerdì 9 dicembre, con il ritorno del grandissimo Paolo Rossi, nel suo spettacolo “L’improvvisatore. Da dove nascono i comici”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore