/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | domenica 01 dicembre 2013, 09:36

Il cibo di strada grande protagonista a Taggia: grande successo ieri per 'Street of Food all'italiana'

Grande successo per la presentazione del libro "Street food all'italiana" di Clara e Gigi Padovani, promossa da Olio Roi, in collaborazione con l'Istituto Alberghiero e con il patrocinio del Comune di Taggia.

Grande successo per  la presentazione del libro "Street food all'italiana, Il cibo di strada da leccarsi le dita", di Clara e Gigi Padovani , che si è svolta ieri presso l'Istituto Alberghiero "Eleonora Ruffini" di Taggia e promossa da Olio Roi, in collaborazione con l'Istituto Alberghiero e con il patrocinio del Comune di Taggia. 

Nonostante il maltempo, un pubblico molto numeroso ha gremito la sala ed ascoltato con grande attenzione ed interesse tutti gli interventi, coordinati dal giornalista Claudio Porchia, e che hanno permesso al pubblico di scoprire e approfondire uno dei fenomeni sociali e culinari più attuali e interessanti del momento, il cibo di strada. Gli autori del libro con l’ausilio di immagini e brevi filmati hanno raccontato non solo le tradizioni e le ricette dello street food, ma anche storie e protagonisti di un mondo ricco di umanità. Idealmente si è percorso un viaggio dall’Alto Adige alla Sicilia alla scoperta delle donne e uomini che ogni giorno friggono, impastano, infornano, bollono e arrostiscono per i loro clienti, lontano dai riflettori della Tv.

La presentazione si è chiusa con gli interventi del Sindaco di Taggia, Vincenzo Genduso, che nel suo intervento non si è limitato a portare i saluti dell’amministrazione , ma dopo aver ricordato le sue origini siciliane ed in particolare di Palermo, una delle capitali del cibo di strada, ha ricordato come i sapori e profumi delle tradizioni gastronomiche fanno parte dell’identità del territorio esattamente come i monumenti. Il cibo di strada ligure ed in particolare quello di Taggia e della valle Argentina è sicuramente una identità da valorizzare anche per la sua valenza economica. Per questo motivo, Franco Roi in chiusura della manifestazione e visibilmente soddisfatto per il grande successo dell’iniziativa, ha promesso di mettere a disposizione le sue conoscenze nel mondo dell’enogastronomia, della cultura e dell’arte per altre importanti iniziative finalizzate alla valorizzazione del territorio.

Al termine è stata offerta un’apprezzatissima degustazione del cibo di strada ligure, a base di focacce, farinate, frittelle e sardenaira , preparate con grande cura e servite con grande professionalità dagli alunni dell’istituto alberghiero diretto dal professor Guido Calvi

Redazione

Animus Loci:
tracce d'Europa nel cuore d'Italia

In diretta sul nostro quotidiano venerdì 25 maggio dalle ore 17. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore