/ Attualità

Attualità | 09 febbraio 2021, 07:21

Uno sportello lavorativo per promuovere l'integrazione dei migranti ospitati a Triora

L'iniziativa rientra nel progetto F.O.R.M.A (Formazione Opportunità e Risorse per Migranti in Agricoltura), finanziato attraverso il Fondo Asilo Migrazione ed Integrazione 2014-2020.

Uno sportello lavorativo per promuovere l'integrazione dei migranti ospitati a Triora

A Triora sarà attivato uno sportello per dare una opportunità lavorativa ai migranti ospitati nell'ex albergo Colomba d'Oro. L'iniziativa rientra nel progetto F.O.R.M.A (Formazione Opportunità e Risorse per Migranti in Agricoltura), finanziato attraverso il Fondo Asilo Migrazione ed Integrazione 2014-2020. Un progetto che si sviluppa a livello nazionale con il coinvolgimento di 5 regioni (Liguria, Lombardia, Piemonte, Marche, valle D'Aosta) e 22 partners, sotto il coordinamento del Consorzio Kairos.

In provincia di Imperia, il Comune di Triora si farà promotore di questa attività, quale ente capofila, insieme all'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea, la Provincia di Imperia e la cooperativa Migrazioni che gestisce il Centro d'Accoglienza triorasco. L'idea è semplice, offrire, attraverso la formazione e il lavoro, un'opportunità di integrazione ai 25 migranti ospitati nell'ex albergo. Il progetto 'Forma', attraverso gli sportelli si propone di offrire assistenza legale, su politiche attive del lavoro e supporto all'integrazione sociale avvalendosi dell'aiuto di operatori sociali e mediatori. 

"Oltre al coinvolgimento dei beneficiari diretti, i cittadini stranieri extra Unione Europea, il progetto intende realizzare azioni di sensibilizzazione con stakeholders locali e cittadini per diffondere la conoscenza sul lavoro irregolare in agricoltura e far accrescere la consapevolezza sui comportamenti relativi agli acquisti nella grande distribuzione, che spesso mette sul mercato prodotti che non rispettano condizioni lavorative adeguate, visto il loro basso costo. Infine, le imprese agricole, che costituiscono delle buone pratiche, verranno coinvolte negli eventi di sensibilizzazione e saranno beneficiarie di percorsi ad hoc per la certificazione di prodotti" - spiegano dal Consorzio Kairos. 

Nell'ottica di promuovere l'integrazione, il Comune del paese delle streghe impegnerà 24.365 euro per sostenere l'avvio e la messa in opera dello sportello nel municipio. Il servizio si avvarrà del supporto del Centro Provinciale per l'Impiego, mettendo in contatto i migranti ospitati con i soggetti intenzionati a dare lavoro. Agli ospiti del centro d'accoglienza verranno insegnati i rudimenti per poter svolgere mansioni agricole o interventi di muratura: dal sapersi prendere cura di un terreno alla costruzione di muretti a secco, oltre naturalmente alla formazione necessaria per quanto riguarda ad esempio la sicurezza sul luogo di lavoro. La buona riuscita dell'operazione dipenderà soprattutto dalla risposta dei privati, ovvero da chi sarà intenzionato ad accogliere i migranti presso la propria attività. 

Un ulteriore sostegno al progetto arriverà dall'Unione dei Comuni che metterà a disposizione 8mila euro. La somma sarà destinata ad avviare l'interfaccia telematica per rendere più fruibile il servizio alle imprese o ai cittadini.

La pratica sul nuovo Sportello è stata presentata dall'assessore Giacomo Oliva nell'ultimo consiglio comunale di Triora. "E' un progetto in cui crediamo molto per agevolare questi ragazzi ospitati nel Centro di Accoglienza. - spiega Oliva - Pensiamo di potergli offrire una concreta possibilità di integrarsi nel contesto locale, familiarizzando con la nostra lingua e imparando un lavoro legato al territorio che li ospita. Il Comune si premurerà di trovare i soggetti privati che si renderanno disponibili a dare lavoro e fare integrazione. Salvo imprevisti speriamo di riuscire ad attivare il sistema entro i prossimi 2 mesi".

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium