ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Economia

Economia | 27 novembre 2020, 04:00

Ramadan 2021: giorno e durata della preghiera islamica

Il Ramadan è il periodo di preghiera che tutte le persone islamiche realizzano in una data specifica dei 12 mesi dell’anno.

Ramadan 2021: giorno e durata della preghiera islamica

Il Ramadan è il periodo di preghiera che tutte le persone islamiche realizzano in una data specifica dei 12 mesi dell’anno. Un modo di pregare il proprio Dio (in questo caso Allah) con una durata importante dove il fedele effettua la pratica del digiuno. 

Il Ramadan: orari e durata

Quanto dura e in che periodo si realizza il famoso Ramadan? In questa sezione proviamo a descriverlo e sottolineare tutti i particolari della preghiera islamica. In Liguria è molto diffusa la religione islamica e per quanto riguarda l’orario preghiera Imperia del Ramadan 2021 il giorno più lungo sarà il 30 e durerà per 16 ore e 50 minuti. In Lombardia invece l’orario preghiera Milano è fissato sempre per il giorno più lungo, che è il 30, ma con la durata di 17 ore e 6 minuti.

Ricapitolando ecco quanto durerà e quando sarà realizzato il Ramadam 2021, la preghiera islamica, a Imperia e Milano:

  • Imperia: il giorno più lungo è il 30 con durata di 16 ore e 50 minuti

  • Milano: il giorno più lungo è il 30 con durata di 17 ore e 6 minuti

 

Cos’è il Ramadam?

Come prima cosa c’è da dire che il Ramadan, secondo il calendario islamico, cade nel nono mese dell’anno. Il mese in cui si pratica, un islamico effettua la pratica del digiuno, ad eccezione delle donne in gravidanza che devono allattare. Esenzione anche per i malati di diabete o i malati in generale.

Durante il lungo digiuno (che dura dall’alba al tramonto) tutti i musulmani non possono consumare né cibi né bevande, ma allo stesso tempo neanche possono avere rapporti fisici con mogli o compagne, oltre che è fatto divieto di fumare. 

Sono tre le date significative durante il Ramadan:

  • Inizio

  • La notte del destino

  • Fine

Inizio.  La Luna Crescente rappresenta l’inizio del Ramadan, visto che arriva un giorno dopo la Luna Nuova.

La notte del destino.  E’ considerata dai musulmani la notte più sacra dell’intero anno, anche se la data non è precisa.

Fine. La fine del Ramadan arriva in concomitanza con la così detta ‘Festa della Rottura’, che indica l’inizio della nuova Luna e quindi lo stop alla preghiera.

Da sottolineare come ogni anno il Ramadam cada in mesi differenti, a causa della composizione del calendario islamico formato da 354 o 355 giorni.

Il Ramadan ai tempi del Coronavirus

La comunità islamica in Italia è ampia come ormai in molte parti d’Europa. L’ondata di Coronavirus che ha colpito il nostro Paese però mette alle strette anche tutte quelle persone islamiche che devono effettuare la loro particolare preghiera. Infatti esistono delle restrizioni ben precise per realizzare l’adorazione ad Allah per mettere alla giusta sicurezza ogni persona, rispettando l’ormai consolidato metro di distanza da un soggetto all’altro.

A Milano, per esempio, c’è una comunità ben nutrita di islamici che abitualmente popolano le varie sinagoghe per celebrare il rito del Ramadam. Dopo lo scoppio della pandemia le istruzioni sono ben dettagliate, con un protocollo da seguire: la misurazione della temperatura prima dell’ingresso (con un addetto che la realizzerà), il metro di distanza durante l’adorazione ad Allah. Ora nel 2021, sperando che tutti torni alla normalità, il Ramadan tornerà tra aprile e maggio.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium