/ Eventi

Eventi | 01 agosto 2020, 14:47

Imperia: questo pomeriggio, trekking letterario al chiaro di luna con lo scrittore Mauro Garofalo

La partenza è fissata alle ore 18 dalla località Borgo Foce

Pieve San Giorgio a Torrazza

Pieve San Giorgio a Torrazza

Trekking letterario oggi al chiaro di luna per scoprire il nuovo romanzo di Mauro Garofalo ‘Ballata per le nostre anime’, romanzo sul male, i fantasmi e il tempo che sfugge, camminando nello splendido entroterra ligure accompagnati dalla luna piena.

Partenza alle ore 18 dalla località Borgo Foce, breve sosta al Monte Calvario con bellissima vista sulla città di Imperia. Camminata lunga fino al ponte di San Martino dei Clavi e a seguire l’antica Pieve di San Giorgio ed il borgo di Torrazza. Ulteriore sosta presso la torre Saracena e rientro a Borgo Prino lungo il percorso che fiancheggia il fume.

Il tutto toccando tratti della via della Costa e del Terziere di San Giorgio, immersi in un’atmosfera suggestiva fatta di storia e natura. Cammineremo tra le magiche parole di Mauro Garofalo alla ricerca dei fantasmi e della verità illuminati dalla luna piena. Un'esperienza unica ed emozionante da non perdere!

Dati tecnici: Dislivello: 350 mt
Difficoltà:E
Rientro previsto: h 23.00
Punto di ritrovo: Largo Varese Borgo Foce ore 17.45
Durata : circa 4 ore
Equipaggiamento: scarponcini con buona suola, torcia, bottiglietta di acqua e bastoncini da trekking.
Info: Barbara 3467944194 Nadia 3392877093
Costo: 25 euro incluso il libro.

Ballata per le nostre anime, Mauro Garofalo

Questa è la storia di Simone Pianetti, uomo tranquillo, padre di otto figli, onesto lavoratore, che un giorno imbracciò il fucile e uccise cinque uomini e due donne.

Di lui raccontano che nessun camoscio potesse sfuggire al suo grilletto, e che i suoi occhi grigi fossero scintille capaci d’ogni sortilegio. Raccontano che fosse un visionario, uno spirito dei tempi di là da venire; ma anche che fosse cocciuto, che per un niente si incendiasse. Spinti dall’invidia, raccontano che la sua famiglia avesse stretto un patto con il diavolo per garantirsi il successo negli affari; spinti dal romanticismo, che emigrò in America, e che a Pittsburgh lasciò una ragazza dai capelli rossi e con lei la possibilità di un altro futuro. Di Simone Pianetti raccontano molte cose, ma una è certa: la mattina del 13 luglio 1914, dopo aver dato un bacio alla figlia più piccola, prese il fucile da caccia e ammazzò a sangue freddo sette persone, tra cui il medico, il giudice e il parroco del paese, responsabili di una congiura che aveva portato al fallimento della sua locanda e di un mulino che aveva preso in gestione.

Dopo gli omicidi, venne il tempo della leggenda: in trecento, tra soldati e carabinieri, cercarono Pianetti tra i monti; nessuno sa quanti lo aiutarono a nascondersi. Per la legge italiana, Simone Pianetti è ancora oggi un ricercato; nell’immaginario collettivo, è diventato una sorta di storia del terrore per i potenti. “Ci vorrebbe il Pianetti” dicono nel Bergamasco quando c’è un torto che non si ha la forza di riparare.

Mescolando cronaca, dicerie e invenzione, la voce anarchica di Mauro Garofalo compone una biografia romanzata classica e sperimentale insieme, dove i capitoli sul Pianetti, raccontati con in mente il Pratolini delle Cronache di poveri amanti, si alternano a una Spoon River personalissima, in cui la pagina disgregandosi lascia la parola ai morti ammazzati con i loro interrogativi e rimpianti, al bosco diventato rifugio, alla città, a tutti i fantasmi che forse avrebbero potuto regalare a Simone Pianetti una vita diversa

Mauro Garofalo è nato a Roma nel 1974, vive a Milano. Scrittore, giornalista e fotoreporter, è autore di due romanzi, entrambi editi per Frassinelli. È titolare del corso di Scrittura del Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano, collabora con La Stampa Tuttogreen e tiene il corso di Storytelling alla Civica Scuola Cinema Luchino Visconti.

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium