/ Economia

Economia | 01 luglio 2020, 07:00

Quali sono le caratteristiche di una piattaforma di trading affidabile?

Ormai sono molti anni che non si sente altro che parlare, soprattutto nei social, di trading on line. Ci piattaforme serie che fanno pubblicità ma anche alligatori profittatori che propongono truffe.

Quali sono le caratteristiche di una piattaforma di trading affidabile?

Ormai sono molti anni che non si sente altro che parlare, soprattutto nei social, di trading on line. Ci piattaforme serie che fanno pubblicità ma anche alligatori profittatori che propongono truffe.

Ma quando e come nasce il trading on line in Italia? Le tappe più importanti del processo sembrano essere due.

Nel 1995 nasce Directa Sim, la prima piattaforma di trading on line, ma la vera rivoluzione è nel 1998 quando la Consob, il nostro organismo di vigilanza del mercato finanziario, elabora il Nuovo Regolamento di Attivazione del Testo unico dei Mercati finanziari, regolamentando tutti gli aspetti di un mondo ancora in costruzione.

Pochi sanno che la diffusione del trading ha indirettamente favorito un fenomeno che riguarda tutti: molte banche, da fine anni 90, in concomitanza con la diffusione del trading on line, hanno iniziato ad offrire servizi di Home banking,cioe i conti on line: ormai attualmente quasi tutti ne abbiamo uno.

Ormai il trading si sta diffondendo sempre di più: molte persone vogliono provare questa avventura e molti corsi di formazione sono disponibili, in quanto man mano si sta diffondendo la consapevolezza che è necessario avere delle competenze tecniche solide ,per operare in maniera efficace e vincente.

Come fare a scegliere una piattaforma affidabile e quali sono gli intermediari forex migliori?Lo vedremo nel prossimo paragrafo.

Caratteristiche di una piattaforma di trading on line affidabile

Chiunque si approcci al mondo del trading è logico che la prima domanda che si ponga è: quale è la piattaforma giusta per le mie esigenze? Sembra davvero fondamentale trovarne una affidabile per evitare dolorose fregature che inficerebbero la nostra fiducia nello strumento, soprattutto quando siamo alle prime armi.

La prima patente d’affidabilità è verificare che la piattaforma i abbia l’autorizzazione ad operare da parte della Consob.

Scegliere una piattaforma, in un certo senso, è come scegliere un Pc: bisogna trovare quello più si adatta alle nostre esigenze.

Tra i fattori da valutare alcuni ci sembrano fondamentali:

  • Il costo: banalmente è la prima cosa da guardare per tutelare il nostro investimento. Alcune sono gratuite, altre non lo sono o almeno non nella loro interezza.

  • Supporto in italiano: fondamentale avere servizi (chat, community, telefono) efficienti e nella nostra lingua, soprattutto quando siamo alle prime armi e abbiamo bisogno di capire bene quello che leggiamo.

  • accesso mobile: considerando la diffusione di tablet e smartphone potrebbe fare comodo sceglierne una che ci permetta di accedere con essi in maniera facile e intuitiva.

  • Facilità d’uso: appena entriamo in una piattaforma e navighiamo ci possiamo rendere conto se è intuitiva e se è adatta alle persone alle prime armi. Avere una piattaforma “easy” ci faciliterà molto il lavoro, considerando che già dovremo concentraci su studiare e formarci sulle basi del trading.

Dopo aver elencato quelle che ci sembrano essere le caratteristiche più importanti di una piattaforma, possiamo dare uno sguardo nel prossimo paragrafo alle principali piattaforme di trading, che ci sembrano più interessanti.



Le principali piattaforme di trading

Una delle prime piattaforme che ci sembra interessante menzionare è IQ Option. Tra le sue caratteristiche principali, che la rendono famosa nel mondo del trading, ci sono: non ha commissioni e costi fissi per l’utente.

Inoltre permette di aprire con un conto demo e si può iniziare anche con un deposito di soli 10 euro, cosi che chiunque possa approcciarvisi a prescindere dal capitale di partenza e senza rischiare grosse perdite.

Come non menzionare Etoro? Essa ormai è famosa in tutta il mondo soprattutto tra i trader principianti .

Infatti oltre ad essere molto intuitiva, non avere costi di commissione, essa è la prima piattaforma di social trading al mondo. Al suo interno è possibile confrontarsi con altri trader scambiando pareri ed opinioni ,ma soprattutto si può operare in copy trading e cioè si possono copiare gratuitamente e automaticamente, le operazioni dei trader professionisti.

Si potranno visualizzare i risultati passati dei trader guardando quelli che hanno guadagnato di più, cosi da poter iniziare subito ad avere dei profitti, facendo valere la regola: copiando si impara.

Altra piattaforma molto interessante è la 24option. Infatti, oltre ad essere molto intuitiva e a non avere commissioni, è molto apprezzata dai trader principianti perché da la possibilità di farsi seguire al telefono da trader esperti, cosi da evitare errori che potrebbero inficiare, soprattutto all’inizio, il patrimonio e il capitale investito.



Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium