Elezioni comune di Diano Marina

 / Economia

Economia | 29 giugno 2020, 10:48

Il lockdown favorisce l'e-commerce, notevole crescita delle vendite

Anche i più restii hanno dovuto fare i conti con il mondo di internet per migliorare la propria qualità

Il lockdown favorisce l'e-commerce, notevole crescita delle vendite

La pandemia da Covid-19 ci ha costretto inesorabilmente a modificare le nostre abitudini. Anche i più restii, infatti, hanno dovuto fare i conti con il mondo di internet per migliorare la propria qualità della vita durante il temuto lockdown. Dalla palestra, alla scuola, tutto è passato tramite la rete internet. Tra chi ha ordinato per la prima volta online e chi ha deciso di mettersi in forma attraverso dei video tutorial, internet ci ha permesso di continuare a vivere una vita, almeno all'apparenza, "normale". Mentre molti settori hanno faticato a ripartire, non si può certo dire lo stesso per chi opera online. Anche durante la pandemia, infatti, le vendite sui siti di e-commerce hanno visto numeri importanti, soprattutto per i siti specializzati nella vendita di generi alimentari e di prima necessità.

I numeri degli acquisti online ai tempi del Covid-19

L'idea di lunghe file al supermercato, infatti, ha spaventato notevolmente gli italiani. Secondo un sondaggio, un italiano su tre ha deciso di farsi portare la spesa a casa, anche per evitare contatti con il mondo esterno potenzialmente pericolosi. A confermare questo trend è anche AGI, L'Agenzia Giornalistica Italia che sottolinea come in Italia sono stati registrati oltre due milioni di nuovi consumatori e nel mondo il settore dell'e-commerce crescerà fino al 55% nel corso del 2020.

Dall'inizio del 2020 a oggi sono 2 milioni i nuovi consumatori online in Italia, di cui 1,3 milioni sono arrivati alle piattaforme di acquisto digitale proprio durante l’emergenza sanitaria del Covid-19. In tutto, nel nostro Paese, coloro che comprano online sono ad oggi 29 milioni, mentre fino a febbraio 2020 erano 27. - prosegue nella sua inchiesta AGI - Negli stessi mesi dello scorso anno (da gennaio a maggio 2019), si registravano 700 mila nuovi consumatori, quindi si può dire che nei primi 5 mesi del 2020 il loro numero è pressoché triplicato.

Un settore che continua e continuerà a crescere, stando alle parole di Roberta Liscio di Netcomm. "È proprio il commercio sul web, secondo il consorzio Netcomm, il settore che crescerà di più nell’economia mondiale, nonostante l’impatto del Covid-19: l’aumento è calcolato fino al +55%." - prosegue AGI. A confermare questi dati, anche Studio Samo che riporta alcuni dati elaborati da idealo.it e relativi alla crescita dell'e-commerce in Italia che evidenzia come: - La maggior parte degli acquisti online è attualmente effettuata dagli uomini. Dato pari al 61,7%. Le donne, invece, sono ancora pari al 38,3%; - L'aumento degli acquisti online, attualmente, si stima principalmente tra coloro che hanno tra i 25 e i 54 anni.

Di questo campione, sono coloro che hanno tra i 35 e i 44 anni i soggetti che fanno più compere online. - Ciò fa pensare e riflettere su quanto è importante investire nel settore ecommerce in questo momento. L’economia sicuramente ha subito un forte danno per alcuni settori, ma per altri, invece, l’emergenza in cui attualmente ci troviamo ha rappresentato una svolta inaspettata e positiva.

Questi numeri fanno ben capire quanto sia importante, soprattutto al giorno d'oggi, investire nelle nuove tecnologie e ampliare il proprio business affiancando ad un'attività di vendita tradizionale, anche il supporto del digitale. Farlo, ovviamente, non è semplice e bisogna senza dubbio affidarsi ad un professionista serio che possa aiutarci nella creazione di un e-commerce di successo.

Come promuoversi se il budget è limitato

Se, invece, non abbiamo budget a disposizione potremmo iniziare a creare la nostra strategia online semplicemente creando una pagina Facebook, un buon profilo su Instagram oppure un canale Youtube, così da farci conoscere da persone interessate al prodotto che offriamo e solo successivamente, se le cose vanno per il verso giusto, decidere di creare un sito web in cui vendere i nostri prodotti.

Non è necessario, tuttavia, avere il proprio sito. C'è chi sceglie, infatti, di migliorare la propria presenza online sfruttando i marketplace. Molti sono i marketplace nei quali è possibile rivendere i propri prodotti: primi tra tutti i colossi Amazon e eBay. Le tecniche per sponsorizzarsi online, al giorno d'oggi, sono davvero tantissime ed è importante lasciarsi consigliare. Non sempre, infatti, è necessario avere un e-commerce nel senso classico della parola per aumentare le proprie vendite. L'importante è non rimanere indietro e cercare di restare al passo con i tempi.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium