/ GOURMET

GOURMET | 03 agosto 2019, 11:49

Cucinare in barca: quali attrezzi nella cucina di bordo e la ricetta delle “Pennette ai pomodori secchi e fegato di merluzzo”

Continua il corso di cucina in mare con Roberto Pisani (quarta puntata)

Cucinare in barca: quali attrezzi nella cucina di bordo e la ricetta delle “Pennette ai pomodori secchi e fegato di merluzzo”

Quali attrezzi in cucina?

Appurato che ormai il forno a gas è presente in quasi tutte le imbarcazioni, le attrezzature essenziali saranno pertanto scelte più in funzione della dimensione che del tipo di cucina.

Raccomandiamo quindi una bella teglia da forno in alluminio, una pentola a pressione, una padella, un tegame (attenzione al diametro: nel ripiano dei fuochi devono potercene stare contemporaneamente due).  Indispensabili i vassoi in acciaio inox (rettangolari o ovali, si trovano a prezzi abbordabili in negozi di attrezzature per bar e ristoranti).  Ma soprattutto suggeriamo l'utilizzo di contenitori in alluminio monouso a perdere (ma non in mare!) e consigliamo vivamente di non rimanere mai senza abbondante scorta di rotoli di fogli di alluminio, quanto mai utili nella cucina di cartocci al forno da mangiarsi tranquillamente in pozzetto, potendo in tal modo anche a scaldarsi le mani.

 

Ed ecco una ricetta speciale per la vostra escursione in mare:

Pennette ai pomodori secchi e fegato di merluzzo

Dosi per quattro persone:

•             400 grammi di pennette

•             80grammi di pomodori secchi (si trovano in commercio sia allo stato naturale che in vasetti sott'olio)

•             Una scatoletta di fegato di merluzzo (in vendita nei normali supermercati) o in alternativa una scatoletta di tonno sott'olio

•             1/2 cipolla

•             3 spicchi d'aglio

•             Una manciata di capperi

•             3 cucchiai di olio extravergine di oliva

Esecuzione:

 Si tagliano a fette sottili la cipolla e gli spicchi d'aglio; si pongono sul fondo della pentola insieme ai pomodori secchi spezzettati, ricoprendo con un dito di acqua. Si porta ad ebollizione per un paio di minuti (sia per eliminare il solfuro di allile da cipolle e aglio che per far rinvenire i pomodori).  Si scola l'acqua di bollitura e si aggiungono l'olio e i capperi facendo soffriggere normalmente il tutto per 5 minuti. A questo punto si versano le pennette con due prese di sale e continuando a girarle con un mestolo si aggiunge l'acqua poco per volta evitando sia di farle attaccare sia di farle galleggiare.  A metà cottura si mette l'intera scatoletta di fegato di merluzzo, olio compreso (essendo raffinato è privo di conservanti). In alternativa si usa una scatoletta di tonno, eliminando l'olio di conserva. Tempo stimato per la preparazione totale: una ventina di minuti.

Roberto Pisani è autore del libro “Cucinare in barca”, in cui spiega le regole base della cucina in barca simpaticamente illustrate dal cartoonist Tiziano Riverso. Cucinare in barca non è facile, è diverso dalla cucina di casa, ma, con pochi accorgimenti ed anche senza essere chef, è possibile non rinunciare ai piaceri della tavola nel pozzetto della vostra barca, abbinando al fascino della vela quello della cucina,

 

Per chi si fosse perso le puntate precedenti questi i link

 

Cucinare in barca: i piccoli segreti di Roberto Pisani

Aglio no problem e in esclusiva la ricetta Gamberoni all'aceto balsamico su letto di cavolo stufato.

 

Cucinare in barca: i consigli di Roberto Pisani. Oggi svela i segreti per risparmiare acqua e tegami con il Pastotto

Oggi vediamo dove e cosa portare in stiva e quali attrezzi in cucina e la prima 

Cucinare in barca: consigli, trucchi e ricette per cucinare in mare aperto. Tutti i giovedì in esclusiva per i lettori del gruppo Morenews

La nuova rubrica gastronomica di Roberto Pisani inizia con i consigli per la Cambusa

 

Roberto Pisani

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium