/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 11 luglio 2019, 12:15

Ventimiglia: comitato di quartiere Gianchette, si dimette il Presidente Alberto Maggi e con lui tutto il direttivo “Decisione sofferta, ma ho subito troppi attacchi gratuiti”

“La critica ci sta - spiega al nostro giornale - ma quando gli attacchi sono gratuiti e strumentali, non ha più senso procedere su questa strada. Avrebbero dovuto essere altri a rassegnare le dimissioni, ma così non è stato.”

Ventimiglia: comitato di quartiere Gianchette, si dimette il Presidente Alberto Maggi e con lui tutto il direttivo “Decisione sofferta, ma ho subito troppi attacchi gratuiti”

“Dal mese di dicembre che subiamo attacchi all’interno del direttivo da parte di qualche consigliere insoddisfatto. Cose di questo genere non sono sostenibili, mio malgrado ho dovuto rassegnare le dimissioni.” A dirlo è Alberto Maggi, Presidente del Comitato di quartiere Gianchette che qualche giorno fa ha deciso di lasciarne la guida. 

“La critica ci sta - spiega al nostro giornale - ma quando gli attacchi sono gratuiti e strumentali, non ha più senso procedere su questa strada. Avrebbero dovuto essere altri a rassegnare le dimissioni, ma così non è stato.” 

Alberto Maggi ha ricoperto la carica di Presidente del Comitato di quartiere Gianchette dal 2008 al 2012 e da un anno, dopo il mandato di Mario Amarella, aveva ripreso in mano il comitato portando avanti il suo impegno per migliorare le condizioni di vita del quartiere cercando di portare sempre più servizi e organizzando eventi che favorissero l’aggregazione dei residenti. 

“Abbiamo ottenuto la sede - aggiunge Maggi - un parco giochi, una maggiore illuminazione di alcune aree del quartiere, la pulizia periodica dell’alveo del fiume e abbiamo organizzato feste ed eventi per autofinanziarci. Ci siamo spesi ed impegnati molto, ma occorre che ci sia un gruppo coeso per affrontare gli impegni futuri e così non è in questo momento. Ho lavorato con una squadra composta da dieci persone, la maggioranza è stata magnifica, una ristretta minoranza, invece, ha creato solo del malumore.

Devo dire grazie alla precedente Amministrazione, ma anche all’attuale - continua Maggi - abbiamo portato avanti progetti importanti e affrontato problematiche difficili, anche se per alcuni membri del direttivo non andava mai bene nulla. Ho riconsegnato all’Agenzia delle Entrate il codice fiscale, ho dato disdetta delle utenze e già oggi mi adopererò per la riconsegna delle chiavi della sede. Onestamente non so so ci sono i margini per la creazione di un nuovo direttivo, chi verrà dopo di me porterà avanti la stessa procedura che ho compiuto io per rimettere insieme il comitato qualche anno fa.”

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium