/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | domenica 19 novembre 2017, 13:34

Imperia: gli studenti del Vieusseux all'Uliveto della pace in collaborazione con l'associazione Pace, Lavoro e Legalità discutono sulle disuguaglianze economiche

Ieri 18 novembre, nello scenario rilassante e soleggiato dell'uliveto sperimentale, il primo incontro è avvenuto con sette ragazzi delle comunità “Casa Alice” e “Casa l'isola che non c'era” , grazie alla collaborazione con l'USSM, Servizio Minori del Ministero di Giustizia, coinvolto nel progetto “L'uliveto della pace”, Ufficio con cui il Presidio ha già collaborato lo scorso anno

Imperia: gli studenti del Vieusseux all'Uliveto della pace in collaborazione con l'associazione Pace, Lavoro e Legalità discutono sulle disuguaglianze economiche

Nell'ambito del più ampio progetto “L'uliveto della pace” all'interno del quale sono previste tra le altre attività di educazione alla legalità, all'impegno civile e alla solidarietà sociale, alcuni ragazzi del Presidio Montalbano di Libera del liceo Vieusseux di Imperia sono e saranno impegnati durante questo anno scolastico in un'attività di alternanza scuola-lavoro con l'Associazione Pace, Lavoro e Legalità sul tema “Prime riflessioni sulle cause economiche delle disuguaglianze economiche, terreno fertile per le mafie”, tema che necessita di una basilare formazione iniziale.

In questa ottica gli studenti, sviluppando capacità di comprensione, comunicazione, relazione, collaborazione  e progettazione in un lavoro di equipe, hanno indagato e riflettuto su concetti quali risparmio, ruolo delle banche, forza della cooperazione, fiducia e solidarietà sociale.

Senza pretendere di esaurire tematiche vaste e complesse, (affrontate una prima volta in una esperienza di alternanza dello scorso anno con la collaborazione di persone esperte), gli studenti del presidio devono proporre la riflessione su tali questioni attraverso il coinvolgimento di giovani di realtà scolastiche o esperienziali diverse in giochi formativi.

Ieri 18 novembre, nello scenario rilassante e soleggiato dell'uliveto sperimentale, il primo incontro è avvenuto con sette ragazzi delle comunità “Casa Alice” e “Casa l'isola che non c'era” , grazie alla collaborazione con l'USSM, Servizio Minori del Ministero di Giustizia, coinvolto nel progetto “L'uliveto della pace”, Ufficio con cui il Presidio ha già collaborato lo scorso anno.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore