/ Attualità

Attualità | 21 settembre 2022, 17:40

Consiglio dei Ministri impugna la legge ligure sui parchi, Alessandri "Molini di Triora resta, è solo una questione paesaggistica"

"Nell'area al centro della discussione credo che non cambierà nulla. Non è edificabile. Con l'ingresso di Molini di Triora abbiamo vincolato diversi punti di valore naturalistico".

Alessandro Alessandri

Alessandro Alessandri

"Molini resta nel Parco delle Alpi Liguri, è solo una questione paesaggistica": è il commento a caldo di Alessandro Alessandri, presidente del Parco delle Alpi Liguri, in merito alla notizia che il Consiglio dei Ministri ha impugnato la legge regionale 7 del 2022. La norma ligure ridefiniva le aree protette e prevedeva l'annessione di nuovi comuni all'interno degli enti parco liguri.

Nella provincia di Imperia, è il caso di Molini di Triora che è così riuscita ad entrare nel Parco delle Alpi Liguri. L'annessione e la ridefinizione di alcuni spazi ha portato però ad una significativa decurtazione del territorio protetto. Montegrosso Pian Latte è passato da 211 ettari di area protetta a 51, quindi perdendone 160. È il taglio più consistente effettuato tra tutti i comuni liguri dei quattro parchi, tuttavia compensato dall’ingresso di Molini di Triora, 218 ettari.

"Il saldo è in attivo - precisa Alessandri che poi aggiunge - Penso sia la prima volta in cui è il Ministero della Cultura e non quello dell'Ambiente ad opporsi. Per questo stiamo parlando di vincoli paesaggistici e non di altro. Nell'area al centro della discussione credo che non cambierà nulla. Non è edificabile. Con l'ingresso di Molini di Triora abbiamo vincolato diversi punti di valore naturalistico sia per quanto riguarda la conservazione che la tutela dell'ambiente". 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium