/ Eventi

Eventi | 08 febbraio 2021, 07:11

Festival di Sanremo: domani la presentazione pensando alle restrizioni, ma intanto escono i nomi di Celentano e Vanoni

Da domani si comincerà probabilmente a parlare solo dello spettacolo, che sarà forzatamente ‘diverso’ tra protocolli, teatro vuoto e città che non si presenterà con la solita aria di festa.

Adriano Celentano sul palco dell'Ariston nel 2012

Adriano Celentano sul palco dell'Ariston nel 2012

Domani, con il classico anticipo di quasi un mese dall’avvio ufficiale con la diretta su Rai Uno, scatta il Festival di Sanremo. Lo fa con la solita conferenza stampa di presentazione che, come un po’ tutto in questo periodo, va fuori dagli schemi e si affida al web, cancellando un momento di mondanità che era diventato abituale, avvolgendo la città nel suo primo alone magico, con la presentazione al Casinò.

Da settimane la kermesse canora è carica di cattive notizie, dal no al pubblico in sala, a quello per il palco in piazza Colombo e le collaterali in genere, senza dimenticare le problematiche di carattere economico che colpiranno le attività turistico-ricettive di Sanremo e dell’intera provincia.

Da domani si comincerà probabilmente a parlare solo dello spettacolo, che sarà forzatamente ‘diverso’ tra protocolli, teatro vuoto e città che non si presenterà con la solita aria di festa. Probabilmente si tornerà a colloquiare di ‘vallette’, cantanti e in po’ di gossip, senza dimenticare che si sta comunque vivendo un momento di pandemia che, per molti vuol dire anche sofferenza e dolore.

Intanto, in attesa della presentazione di domani, escono due nomi per la ‘truppa’ di Amadeus. Un certo e un altro che potrebbe esserci. La conferma riguarda Ornella Vanoni, data per sicura tra i super ospiti di ‘Ama’, che è alla ricerca di una carta vincente, sia sul piano artistico che mediatico, visto che si parla di Adriano Celentano. Il supermolleggiato, che ha partecipato nei tempi andati al Festival e che lo ha anche vinto, ha già calcato il palco dell’Ariston come ospite e potrebbe essere un’arma vincente per gli ascolti di un Festival, quello 2021, che si spera possa essere ricordato non solo per il Covid e le sue restrizioni, ma anche per la qualità dello spettacolo.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium