/ Solidarietà

In Breve

Solidarietà | 27 novembre 2020, 14:31

Riva Ligure: aperto bando da 100mila euro, aiuti ai cittadini per pagare l'affitto e non solo

Si tratta del bando "Nessuno Indietro", una misura economica di ristoro destinata ad aiutare i cittadini rivesi che hanno patito gli effetti della crisi collegata alla pandemia.

Giorgio Giuffra, sindaco di Riva Ligure

Giorgio Giuffra, sindaco di Riva Ligure

A Riva Ligure scattano i contributi a fondo perduto a sostegno dei cittadini per il canone di locazione o a parziale ristoro della riduzione del reddito. Si tratta del bando "Nessuno Indietro", una misura economica di ristoro destinata ad aiutare i cittadini rivesi che hanno patito gli effetti della crisi collegata alla pandemia. 

Si legge nel documento: “Parte dei fondi sono destinati all'erogazione di contributi a sostegno del pagamento del canone di locazione, ma, avendo la consapevolezza che anche chi non deve sostenere un canone di affitto mensile può trovarsi in difficoltà economica, questo bando è aperto a tutti coloro che presentino i requisiti richiesti. Si specifica, pertanto, che, per chi non potrà accedere al fondo del sostegno alla locazione in quanto non titolare di un contratto di affitto ad uso primario, il Comune di Riva Ligure mette a disposizione dei fondi per l'erogazione di contributi economici una tantum”. 

Ci sarà tempo fino alle ore 12 del 17 dicembre per presentare richiesta (La domanda è scaricabile in fondo all'articolo ndr), direttamente presso lo sportello dell'ufficio protocollo del Comune di Riva Ligure, al martedì e al giovedì, dalle 9.30 alle 12. Per partecipare al bando bisogna essere residenti, avere un ISEE ordinario o che non superi i 35mila euro, non percepire il reddito di cittadinanza per una cifra superiore a 300 euro.

Il bonus si rivolge soprattutto ai titolari di un contratto di locazione ad uso abitativo primario corrispondente alla residenza anagrafica e a chi non ha proprietà, usufrutto, uso o abitazione di un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare stesso. 

Il Comune sulla base di diversi parametri stilerà una graduatoria che sancirà l’accesso all’aiuto economico. Le agevolazioni maggiori andranno alle famiglie numerose, con un reddito basso e un calo di fatturato (rispetto al 2019) dimostrabile di almeno 50%. La misura interverrà soprattutto per aiutare anche quelle persone che a causa della crisi economica sono diventate loro malgrado morose nei confronti dei padroni di casa.

“Con il bando ‘Nessuno Indietro’ ci impegniamo a dare un aiuto concreto alle famiglie, che la pandemia e la crisi economica hanno messo a dura prova. Lo facciamo insieme alla Regione Liguria e per questo ringraziamo l’Assessore alle Politiche Abitative ed Edilizia Marco Scajola, mettendo in campo una cifra importante, complessivamente 100mila euro, 80.801,28 comunali e 19.198,72 regionali. In questo momento, non potevamo stare fermi. Solo facendo comunità eviteremo che la coesione sociale venga meno. Forza e coraggio, Riva. Insieme ce la faremo, un’altra volta” - commenta il sindaco Giorgio Giuffra.

Il contributo economico di sostegno alla locazione sarà versato una tantum dal Comune di Riva Ligure, direttamente al locatario (o al locatore in caso di morosità) dell'immobile, salvo avvenuto pagamento delle mensilità precedenti, previo controllo anagrafico e reddituale.

Files:
 Bando nessuno indietro Riva Ligure 2020 (41 kB)
 Domanda Bando nessuno indietro Riva Ligure 2020 (23 kB)

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium