/ Cronaca

Cronaca | 20 novembre 2020, 12:14

Vetrine rotte e tentati furti nella notte a Ventimiglia: identificato e denunciato l’autore, è un minorenne della zona con precedenti

Grazie alle pronte indagini della Polizia e della Questure si è potuto ricostruire come tutti gli episodi siano attribuibili a un solo autore

Vetrine rotte e tentati furti nella notte a Ventimiglia: identificato e denunciato l’autore, è un minorenne della zona con precedenti

L’intenso e delicato lavoro del Commissariato di Ventimiglia e della Questura di Imperia ha permesso di fare chiarezza sugli episodi che hanno destato on poche preoccupazioni nella città di confine. In una sola notte molti negozi si sono trovati con le vetrine danneggiate e con gli inequivocabili segni di un tentativo di furto. Qualcuno aveva prontamente puntato il dito contro i molti migranti che in questi giorni si possono notare per le strade della città, ma le indagini delle forze dell’ordine hanno permesso di identificare l’autore di tutto: è un minorenne italiano, della zona, residente proprio a Ventimiglia.

In totale a suo carico sono stati dimostrati diversi episodi: tentato furto al bar ‘Canada’, tentato furto al negozio ‘Professionalmente’ di via Cavour, tentato furto al negozio ‘Franco Calzature’ di via Cavour, tentato furto al bar ‘Oblò’ di passeggiata Marconi, oltre al tetto furto di tre motorini tra via Aprosio e via Zara. Uno solo il furto portato a termine: l’incasso di ‘Alessandro Parrucchiere’ in via Cavour.

Non si tratta di migranti - sottolinea a chiare lettere il Questore Pietro Milone intervenuto ai nostri microfoni - non c’è motivo di essere allarmati per questi episodi riconducibili a un unico soggetto problematico e speriamo che la denuncia possa servirgli per tornare sulla retta via. Siamo sul pezzo, la città è sotto controllo”. 

Il Questore, inoltre, tiene a ricordare ai cittadini il corretto utilizzo di eventuali video che riprendano atti criminali in città: “Se qualche cittadino acquisisce un video di episodi di questo è una prova di reato e come tale va consegnata alle forze dell’ordine, non condivisa sui social o sui media. La condivisione dà un vantaggio enorme a chi delinque che è bene non sappia che qualcuno lo ha ripreso. Se siete testimoni oculari di episodi simili condividete le informazioni con la Polizia”.

Infine il Questore rassicura anche in merito all’abbandono di rifiuti sul territorio, garantendo come il Comune di Ventimiglia, insieme alle forze dell’ordine, sia al lavoro per garantire il decoro urbano.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium