/ Cronaca

Cronaca | 31 luglio 2020, 12:13

Sanremo: parcheggio di Bussana a mare, una storia infinita tra degrado e sistemi di pagamento 'old fashion' (Foto)

Il parcheggio dovrebbe essere gestito da 'Area 24' come quello di corso Marconi che non è più a pagamento visto che le sbarre sono alzate.

Sanremo: parcheggio di Bussana a mare, una storia infinita tra degrado e sistemi di pagamento 'old fashion' (Foto)

Il problema fa parte dell’annosa questione legata ad Area 24, la società che gestisce la pista ciclabile e, tra l’altro, anche i parcheggi di Bussana a Mare e di corso Marconi a ridosso di Pian di Poma, a Sanremo.

Due strutture che dovrebbero rendere anche qualche soldino ma che, di fatto, cadono a pezzi. Per quanto riguarda corso Marconi, il parcheggio non è più a pagamento visto che le sbarre sono aperte e i sistemi di pagamento non sembrano funzionare. A Bussana la situazione è, se vogliamo, ancora peggiore. Già negli anni scorsi, dalle pagine del nostro giornale avevamo denunciato una situazione di degrado ed abbandono, di un impianto costruito con i contributi della Presidenza del Consiglio, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia e costato sicuramente centinaia di migliaia di euro.

Sicuramente i lavori dell’impianto non sono stati eseguiti ottimamente ma rimane il fatto che lo stesso è fermo da anni, con cavi penzolanti ed oggi anche difficoltà per residenti e turisti che vorrebbero parcheggiare a pagamento, per poi godere di qualche ora di relax, sulle spiagge sottostanti. Alcuni di loro ci hanno sottoposto la problematica più ovvia, quella del metodo di pagamento.

Come si vede dalle foto si può pagare solo con le monete ma non con bancomat o banconote. Inoltre, la scritta che indica la modalità di pagamento è solo in italiano. Sicuramente un pessimo servizio ed una condizione di degrado del parcheggio, che non contribuisce al turismo della zona.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium