Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

INFERMIERE E SALUTE | 19 aprile 2011, 06:00

La gestione della temperatura nel bambino

La gestione della temperatura nel bambino

Una regola fondamentale da tenere a mente durante un attacco di febbre, è la  cura del bambino e non della febbre. Abbassare la febbre non è sempre la priorità, perché  potrebbe effettivamente essere utile nel combattere le infezioni (la febbre ha in se un profondo significato di “combattimento” verso qualcosa..
Diversi tipi di febbre sono legati ad un’infezione da virus , come tutte le malattie infantili (varicella, sesta malattia, morbillo, etc) e non rispondono agli antibiotici, mentre la febbre causata da batteri trova  la risposta ai farmaci antibiotici , anche se non è l’antibiotico la panacea di tutto. Infatti molti batteri superesistenti, lo sono diventati proprio grazie all’uso spropositato di antibiotici, creando così ceppi resistenti a tutto.
Sulla base dell’ età e il tipo di sintomi, bisogna muoversi con cautela e con estrema calma, senza agitarsi o ricorrere a medicamenti fai da te: l’antibiotico è da usare solo sotto prescrizione medica.

 

Il Bambino con febbre

In generale, le temperatura sotto i 38 gradi è considerata normale dai medici,   la temperatura fino a 39 gradi è febbre moderata e al di là di 39 gradi centigradi è considerata elevata. Si possono vedere giocare bambini con 38 di febbre senza problemi, mentre un adulto, con la stessa temperatura lo noteremmo perché nel letto sta dettando le sue ultime volontà alla moglie.
La temperatura rettale è ritenuta altamente precisa ed è una raccomandazione usuale per i bambini al di sotto di tre mesi di età in quanto è essenziale per determinare la rotta giusta di azioni. Dopo i tre mesi di età, può  essere misurata sotto le ascelle o col ciuccio è valida, e sicuramente meno invasiva. Una cosa importante è dire sempre in che maniera è stata rilevata la temperatura e con che tipo di termometro, interna o esterna, con colonnina (tipo il vecchio tipo a mercurio- che ora non esiste più-), oppure elettronico, l’ora ed il comportamento del bambino (giocava, aveva brividi, etc)

Cosa non fare durante la febbre


E 'consigliabile non usare l'alcol per il raffreddamento di un neonato, poiché la sua pelle è in grado di assorbirlo rapidamente e se inalato, i vapori potrebbero causare intossicazione da alcol e condizioni diverse anche gravi . L'aspirina non deve essere somministrato ai bambini a causa della probabilità di sviluppare la sindrome di Reye, una condizione atipica grave che potrebbe danneggiare organi vitali.

 

Comportamento

E’ importante chiamare  il medico se il bambino ha due mesi o meno

Per i bambini in questa fascia di età che hanno una  temperatura di 38 gradi centigradi o più, il richiamo del medico deve essere precoce : Il ragionamento è che  i bambini più grandi sono in grado di combattere la maggioranza delle infezioni, mentre i bambini più piccoli sono più sensibili - una grave infezione può diffondersi rapidamente e di portare a complicazioni vitali. In tali scenari, il medico  vorrà esaminare il bambino e nel caso in cui il neonato sia di quattro settimane o meno il genitore DEVE andare in Ospedale.

Da tre a sei mesi di età.-

E 'imperativo per contattare un medico nel caso in cui il bambino abbia  la febbre  intorno ai 38,2 gradi centigradi.

Bambino con età  superiore a sei mesi -

Se la febbre si aggira sui 39 gradi centigradi si deve richiedere la visita del medico, ma generalmente la febbre tra i bambini più grandi si risolve in maniera spontanea senza grosse cure (ma NON siete voi a deciderlo, c’è il Pediatra per questo)
I gradi di febbre in genere non sono indicativi della gravità del disturbo. Diverse blande forme virali potrebbero causare temperature alle stelle, mentre infezioni molto più gravi  batteriche , come la meningite (infiammazione delle membrane del cervello) potrebbero scatenarsi con febbri modeste e poco preoccupanti. Ma è importante comunicare tempestivamente al proprio medico circa i comportamenti del bambino come l’inappetenza, il vomito ripetuto o le diarree, la letargia, il comportamento irato o la rigidità complessiva o del collo. Un bambino urla a causa di dolori durante la piegatura di qualsiasi parte del corpo (cambio pannolini ad esempio) e questo, anche con febbre bassa potrebbe essere meningite…..
Un aumento rapido della temperatura del corpo o  una febbre che tocca i 38,8 gradi centigradi  potrebbe condurre a convulsioni febbrili. Anche se questi tipi di crisi epilettiche non sono essenzialmente indicative di una infezione grave, ma è importante contattare il 118 al più presto se si dovessero presentare.

I sintomi comportano mancanza di respiro, gli occhi all'indietro, tremori  nelle regioni del braccio e della gamba e perdita di coscienza  per un paio di minuti. Nel caso in cui è durata per più di 5 minuti, bisogna chiamare il 118 con urgenza. Un'indicazione buona  per i genitori è, che nel caso in cui il bambino riprenda un atteggiamento  giocosamente attivo c'è una minore probabilità di una malattia grave.

Durante una crisi:

Se si dovesse verificare una convulsione ci sono cose da fare e cose da non fare.

Cose da non fare:

- non perdere la calma: è meglio che siano i genitori ad aiutare il bambino perché fanno prima di

chiunque altro; portare subito il bambino in ospedale o chiamare il pediatra fa perdere del tempo

e ritarda le cure

- non scuotere il bambino;

- non schiaffeggiarlo o chiamarlo per nome

- non cercare di bloccarlo perché sono manovre assolutamente inutili che ritardano le cure

efficaci.

Cose da fare

- distendere il bambino in un luogo dove non possa cadere o farsi male

- metterlo delicatamente su un fianco, per evitare che aspiri muco o materiale vomitato e per

impedire alla lingua di ostruire le vie aeree

- liberarlo dai vestiti stretti

- eliminare velocemente dalla bocca la saliva e gli eventuali residui alimentari

- somministrare al più presto il clisterino già pronto di un farmaco apposta  (non mettiamo nomi ne dosi: esse vanno concordate preventivamente col pediatria in occasione di una normale visita domandando come comportarsi durante una possibile convulsione in caso di febbre, e somministrate   quando si è sicuri del come, del quando, del dove. Somministrare farmaci a casaccio senza una minima preparazione potrebbe mettere il bambino in guai seri..e voi pure)



 Trattamento

Nel caso in cui il bambino sia sotto i tre mesi di età il medico deve essere contattato prima di somministrare qualsiasi farmaco
La febbre può portare ad una disidratazione  . Il bambino dovrebbe assumere  fluidi , come  latte materno o latte artificiale o latte intero nel caso in cui il bambino sia  al di sopra di un anno in  cui lo svezzamento sia stato fatto.

Gli studi hanno sollevato domande circa le spugnature in  un bambino con febbre. Nel caso in cui si opti per le spugnature,  non dando medicine per abbassare la febbre,qualche volta si potrebbe avere l’effetto opposto. Tuttavia nel caso in cui venga usata  per fornire sollievo al bambino, allora è bene fare spugnature accompagnate da farmaci per abbassare la febbre.

 

Come avviene il ciclo della febbre:

1)      Il bambino non si sente bene, ma non ha febbre… comincia la scalata alla temperatura

2)      Il bambino ha freddo e trema, il corpo cerca di reagire alla temperatura che sta salendo

3)      Il bambino è tranquillo ma caldo e asciutto. Ha la febbre alta e finché o con i farmaci o naturalmente non  si toglierà il problema rimarrà così

4)      Il bambino suda: il corpo capisce che il sangue è troppo caldo e cerca di raffreddarlo.. sfebbra mento… al cui termine il bambino va pulito, cambiato e messo in lenzuola fresche e pulite

 

 

Ultimo consiglio: se prendete la temperatura rettale state attentissimi a non provocare lesioni (una cosa banale, ma non così scontata), e chiedete al medico o al 118… una chiamata vale una vita: non sostituitevi ai medici, questa è una regola che deve valere sempre, per ogni patologia, per ogni mio articolo.

 

Bibliografia:

1. Watts, R., Robertson, J and Thomas, G. 2001 The Nursing Management of Fever in Children. A Systematic Review No.

14, The Joanna Briggs Institute Adelaide

2. Canadian Paediatric Society Drug Therapy and Hazardous Substances Committee 1998. Acetaminophen and ibuprofen

in the management of fever and mild to moderate pain in children practice point. Position Paper

 

info@sanremonews.it , rivolte alla mia attenzione se volete scrivermi, oppure ormai numerosi su facebook se volete unirvi al gruppo:

QUELLI CHE LEGGONO SALUTE E BENESSERE SU SANREMONEWS

Roberto Pioppo

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

domenica 24 novembre
domenica 17 novembre
domenica 10 novembre
domenica 03 novembre
domenica 27 ottobre
domenica 20 ottobre
domenica 13 ottobre
domenica 06 ottobre
domenica 29 settembre
domenica 22 settembre
domenica 15 settembre
domenica 08 settembre
domenica 01 settembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium