/ Attualità

Attualità | 23 luglio 2019, 16:37

Bordighera: ok della Giunta, da oggi i proprietari dei cani dovranno avere l'acqua per pulire le deiezioni degli amici a 4 zampe

Le multe, per chi verrà sorpreso senza il contenitore, vanno da un minimo di 50 euro ad un massimo di 500, con l'obbligo di ripristino e pulizia dei luoghi.

Bordighera: ok della Giunta, da oggi i proprietari dei cani dovranno avere l'acqua per pulire le deiezioni degli amici a 4 zampe

Accade in tutte le città ed ora è il Comune di Bordighera ad intervenire a gamba tesa sui proprietari (quelli maleducati) dei cani. Le bestiole che vengono portate a passeggio per la città, infatti, lasciano spesso la loro urina e spesso anche le feci, senza che i proprietari intervengano per rimuoverle.

E, nel periodo estivo, la situazione peggiora visto che il gran caldo aumenta ulteriormente i cattivi odori, che arrivano dall’urina lasciata in ogni dove. Proprio per questo la Giunta ha approvato una significativa modifica al regolamento sulla tutela degli animali. Nello stesso viene evidenziato che il proprietario di cani è obbligato a portare con sè un contenitore con acqua (non inferire al mezzo litro) con in quale è obbligato alla pulizia dello ‘spazio lordato dalle urine e da ogni altro tipo di deiezione, al fine di eliminare le tracce visibili e di impedire lo sviluppo di odori sgradevoli’.

Questo obbligo sarà presente su tutto il territorio comunale compresi marciapiedi, strade, sentieri, aiuole, spiagge (nella stagione invernale) aree private aperte al pubblico. Si tratta di una decisione importante dell’Amministrazione comunale, visto che la maggior parte dei proprietari di cani non rimuovono le loro deiezioni e la relativa pulizia del suolo pubblico, in particolare sui marciapiedi destinati ai pedoni e nelle aiuole oltre a costituire un atto di maleducazione e di inciviltà, possono comportare rischi per la salute della popolazione, soprattutto per le fasce più esposte.

Le multe, per chi verrà sorpreso senza il contenitore, vanno da un minimo di 50 euro ad un massimo di 500, con l'obbligo di ripristino e pulizia dei luoghi.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium