Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

INFERMIERE E SALUTE | 23 giugno 2019, 06:00

Infermiere e Salute vi aiuta a trascorrere l'estate in sicurezza: in acqua, sicuri i vostri bambini e sicuri voi

L’annegamento è la seconda causa più comune di morte da infortuni tra i bambini di età inferiore ai 14 anni.

Infermiere e Salute vi aiuta a trascorrere l'estate in sicurezza: in acqua, sicuri i vostri bambini e sicuri voi

Perché è importante essere protetti in acqua? I pesci sono in grado di vivere sott'acqua, ma la gente ha bisogno dell'aria per respirare: annega quando l'acqua è troppa  nei  polmoni. Quando ciò accade, i polmoni non possono trasportare abbastanza ossigeno per il cervello e il resto del corpo. L’annegamento è la seconda causa più comune di morte da infortuni tra i bambini di età inferiore ai 14 anni. Essa può avvenire così in fretta , a volte in meno di 2 minuti dopo che la testa di una persona va sotto l'acqua. Molti annegamenti si verificano quando un bambino cade accidentalmente in una piscina. Ma gli incidenti possono accadere ovunque - a casa di qualcuno o anche a casa propria, e per questo è necessario sapere come essere sicuri intorno all'acqua.

Piscine: cosa c'è di meglio di un tuffo in piscina e divertimento sotto il sole?  Ricordate che  i lati di una piscina  di solito sono in cemento, un materiale duro. Scivolare o cadere potrebbe essere doloroso e pericoloso. I numeri grandi dipinti sul lato della piscina sono chiamati marcatori di profondità - dicono quanto sia profonda  l'acqua in quel punto. Si dovrebbero sempre guardare prima di saltare in una piscina.. Non tuffarsi mai a  lato della piscina a meno che  un adulto abbia verificato che l'acqua è abbastanza profonda. L'acqua potrebbe essere meno profonda di quanto si pensi. Il rischio sono traumi alla colonna e a volte persino l’immobilità a vita. Sentire la  temperatura dell'acqua della piscina prima di tuffarsi in acqua fredda può evitare uno  shock termico. Si corre il rischio di aprire la bocca per gridare e respirare accidentalmente in acqua. L’acqua fredda può anche rallentare i muscoli, rendendo difficile il nuoto.

Ecco alcuni consigli in piscina: la presenza di un adulto è sempre un buon preambolo - anche nel vostro giardino. Mai andare in piscina se non ci sono adulti in giro. Se ci sono delle corde o delle porte, a piscina chiusa c’è un motivo: tenere i bambini lontani dall'acqua quando non c'è un bagnino o  adulti attorno a guardarli. Mai passare attraverso qualsiasi barriera  quando è presente.

Seguire sempre le regole della piscina.
- Nuotare con un compagno: se il bambino sta imparando a nuotare, guardate  che i dispositivi di galleggiamento siano approvati dalla legge e  non siano contraffatti, oltre a d essere pericolosi potrebbero contenere principi tossici
- Camminare lentamente nella zona della piscina. Non correre.
- Nuotare ad una profondità sicura per il vostro grado di conoscenza. I bambini comunque se sono soli in acqua devono stare in acque poco profonde.
- Non spingere o saltare sugli altri. Si potrebbe accidentalmente fare  male a qualcuno o a voi stessi. Alcuni giocattoli per aiutare a galleggiare sono disponibili in diverse forme e dimensioni (una camera d'aria, un materassino, o un pallone da spiaggia, per esempio). Anche se sono divertenti e possono aiutare quando si impara a nuotare, ciò che non possono fare è salvare una vita. Sono giocattoli che possono perdere aria o volare via e di conseguenza non sono omologati per salvare una vita.
- Non masticare gomme o mangiare mentre si nuota, si potrebbe soffocare 

Laghi e Stagni: un sacco di ragazzini nuotano in ruscelli, laghi o stagni. Un accorgimento supplementare deve essere preso quando si nuota in questi splendidi luoghi. Non si può sempre vedere il fondo del lago , di conseguenza non sempre si conosce la profondità dell'acqua. Questo è un motivo in più per nuotare sempre con un adulto, e a causa di ciò purtroppo ogni anno si registrano minorenni morti in acque discretamente poco amiche. Anche se i pesci che nuotano intorno non faranno del male, alcuni stagni e laghi possono nascondere rocce frastagliate, bottiglie rotte, o spazzatura. Indossare qualcosa per proteggere i  piedi. Inoltre, fa attenzione alle erbacce, in grado di intrappolare anche un buon nuotatore. Se venisse il panico e cercassi di  liberarti, si può ottenere l’effetto contrario. Invece, agitare e tirare le braccia e le gambe lentamente e urlare per attirare l’attenzione. 

Se stai andando su una barca, indossare sempre un giubbotto di salvataggio. (Anche in questo caso, il giubbotto di salvataggio deve essere approvato). Anche se sei un buon nuotatore, qualcosa potrebbe ribaltare  la barca e potresti essere intrappolato sotto. E' difficile resistere ad una giornata in spiaggia, ma è necessario conoscere alcune regole di sicurezza quando si sta nuotando in mare. Quando in primo luogo si raggiunge la spiaggia, verificare con il bagnino per scoprire le condizioni del mare e delle correnti.

In alcuni luoghi i nuotatori possono incontrare forti risacche o correnti. Le correnti mortali (chiamate anche correnti di marea) sono così forti che possono portare nuotatori lontano dalla riva prima di capire cosa stia succedendo. Se siete sorpresi in una corrente, nuotare parallelamente alla costa (accanto alla riva) piuttosto che verso la riva finché l'acqua si ferma, poi nuotare verso riva. Se non è possibile tornare alla spiaggia, cercare di stare fermi attirando sempre l’attenzione.

Probabilmente non si vedranno gli squali ma si potrebbe incorrere in alcune meduse, talune particolarmente urticanti spesso galleggianti vicino alla riva. La puntura non è divertente - può danneggiare la pelle e provocare anche shock anafilattico. In caso di puntura avvertire immediatamente il bagnino.

Ecco alcuni consigli per la spiaggia:
- Mai nuotare soli
- Nuotare sempre  dove un bagnino può vedere e nelle zone dove ci sono altri nuotatori
- Indossare calzature protettive se le superfici sono ruvide o rocciose.
- Non nuotare troppo.
- Mai fingere un annegamento. Il bagnino può prenderlo sul serio.
- Non fare il bagno vicino al molo: se l'acqua si muove improvvisamente, si può colpire un palo o una roccia.
- Conservare le bevande in contenitori di plastica sulla spiaggia - bottiglie di vetro rotte e piedi nudi non sono buoni amici.
- Affrontare le onde, invece di voltare le spalle a loro. Saprete così che cosa sta per succedere. 

Parchi acquatici
I bambini amano i parchi acquatici - e perché non dovrebbero? Piscine con onde, scivoli giganti, e fontane sono molti divertenti… e non solo per loro. Per stare al sicuro, capire che cosa offre ogni attrazione e il grado di difficoltà, con un adulto vicino.

Ecco altri suggerimenti per la sicurezza dell'acqua parco:
- Indossare un giubbotto di salvataggio, se non sai nuotare o se non sei un buon nuotatore.
- Leggi tutti i cartelli prima di andare su un gioco.
- Assicurati di essere abbastanza alto, abbastanza adulto e di non soffrire delle  condizioni mediche elencate.
- Se avete domande, verificate con un genitore o chiedere al bagnino.
- Assicurarsi sempre che ci sia un bagnino ad ogni giro e ascoltare le istruzioni . Attendere che il bambino davanti a voi abbia superato un punto sicuro  prima di intraprendere la discesa.
- Scendere sempre con  il volto all’insù  e piedi in avanti.. mai il contrario. Questo è il modo corretto e sicuro da seguire.
- Quando si va verso una attrazione non correre - è scivoloso! Inoltre, ricorda che ogni attrazione è diversa. Leggi ogni segno e nota quanto è profonda l'acqua in piscina.

Ma io so nuotare! E 'importante conoscere i propri limiti quando si tratta di giocare in acqua. Si potrebbe sviluppare un crampo o altri problemi fisici che renderebbero difficile nuotare. Se si ha un crampo, uscire l'acqua per un po’ e dare ai muscoli il tempo di riprendersi. 

Ecco alcuni altri buoni consigli per la sicurezza dell'acqua:
- Imparare a nuotare: fate si che i vostri bimbi e voi stessi impariate a nuotare il prima possibile. Oltre ad essere un’ottima fonte di socializzazione, è anche un salvavita ed un ottimo allenamento per il corpo e per la mente
- sappiate sempre quali sono i vostri limiti: spingersi oltre può causare la morte
- non azzardate cose che non sapete fare
- non fate nuotate nel buio: a volte ci potrebbero essere pericoli non visibili e voi stessi in caso di bisogno potreste non essere visibili ad amici o ai soccorritori
- mangiate leggero prima di nuotare e aspettate almeno due ore prima di immergervi: non sono le “storie della nonna” che imponevano le 3 ore prima di nuotare, è una legge fisica. Per 100 volte potrebbe andarvi bene, la 101 potrebbe essere quella fatale… essa vale per adulti e bambini. Ricordate che: avete mangiato, siete sotto un sole che potrebbe toccare i 35/40 gradi, con conseguente pressione bassa, il sangue è tutto nell’addome per “lavorare” il cibo.
- Entrare nell’acqua fredda richiamerebbe molto sangue per riscaldare la cute che subisce un vero e proprio shock termico, di conseguenza: sangue nell’addome, sangue per la cute e per il cervello?? Ne arriverebbe troppo poco con conseguenze letali.

                                                                                                Roberto Pioppo

Disclaimer: Tutti gli articoli redatti dal sottoscritto, si avvalgono dei maggiori siti e documenti basati sulle evidenze, ove necessario sarà menzionata la fonte della notizia: essi NON sostituiscono la catena sanitaria di controllo e diagnosi di tutte le figure preposte, come ad esempio i medici. Solo un medico può effettuare la diagnosi ed approntare un piano di cura.

Le fonti possono non essere aggiornate e allo stato dell’arte possono esservi cure, diagnosi e percorsi migliorati rispetto all’articolo.

Immagini, loghi o contenuti sono proprietarie di chi li ha creati, chi è ritratto nelle foto ha dato il suo consenso implicito alla pubblicazione.

Le persone intervistate, parlano a titolo personale, per cui assumono la completa responsabilità dell’enunciato, e dei contenuti.

Il sottoscritto e Sanremonews in questo caso non ne rispondono.

Roberto Pioppo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium