/ ECONOMIA

ECONOMIA | giovedì 06 dicembre 2018, 06:00

I dati del 2018 per il settore dei casinò online in Italia

Nel panorama odierno il settore del gioco d’azzardo in Italia ha ottenuto risultati operativi di gran rilievo, spesso legati a un’ottima programmazione, costruita nel corso degli ultimi 10-12 anni

I dati del 2018 per il settore dei casinò online in Italia

Nel panorama odierno il settore del gioco d’azzardo in Italia ha ottenuto risultati operativi di gran rilievo, spesso legati a un’ottima programmazione, costruita nel corso degli ultimi 10-12 anni, capace di garantire a questo tipo di industria un consolidamento che di anno in anno tende a crescere.

In particolare bisogna sottolineare l’impegno e il lavoro svolto, in veste programmatica da parte degli esercenti dei casinò italiani, considerando esclusivamente quella fetta di mercato che riguarda i casinò legali e regolamentati. Parliamo quindi della realtà che riguarda i casinò online aams, che operano con regolare licenza sul nostro territorio nazionale. Secondo i dati prodotti tra il 2017 e il primo semestre del 2018, i casinò online e il segmento del gioco digitale, in generale rappresentano per il mercato italiano quasi il 10% della spesa totale che riguarda il gioco d’azzardo.

 

Le stime per il 2018 ci dicono che potrebbe essere superata la quota di 97 miliardi di euro, che fino a questo momento ha rappresentato la cifra massima per il gambling. All’interno del circuito del gioco online bisogna segnalare fino a questo momento il lavoro svolto da alcuni siti come Starcasinò che in questo 2018 hanno effettuato un balzo in avanti, in termini di quote di mercato e di risultato operativo, distinguendosi quindi come i principali operatori che operano attualmente in Italia e nel resto d’Europa e provvisti di regolari licenze e standard di sicurezza che garantiscono trasparenza ed esclusività ai propri clienti. Un segnale positivo che si ripete anche per le poker room e per tutto il circuito dei casinò online, visto che nel mese di novembre con 58 milioni di euro, le sale da gioco sono cresciute in termini di quote percentuali del 13,9%, andando di fatto a recuperare quanto era stato perso durante i mesi passati, per effetto anche dell’attuazione del Decreto Dignità, che durante il mese di agosto aveva creato un po’ di rumore a livello mediatico e di opinione pubblica, circa la possibilità di vietare la pubblicità per il gioco d’azzardo. Tra i più colpiti, almeno nell’immediato erano apparse proprio le sale da gioco digitale dedicate al casinò online.

 

Si tratta però di un tipo di mercato, capace di recuperare grazie a una presenza ormai decennale, ha ottenuto non solo risultati nuovamente in attivo, ma una crescita esponenziale, rispetto a quanto era stato realizzato durante il biennio 2016-2017. Questo era già auspicabile, andando ad analizzare nel dettaglio tutti i dati raccolti nell’ultimo biennio. Nonostante ciò, un conto è fare un’analisi basata su proiezioni e aspettative, un conto è andare a leggere nel dettaglio gli ultimi dati pubblicati per la coda di questo 2018.

Un anno che si conferma quindi di cambiamento radicale e programmatico, come preannunciato anche grazie allo sviluppo e all’utilizzo della nuova tecnologia digitale e delle app di gioco per casinò online, che oggi sono il futuro per questo tipo di industria. Facendo una ricognizione a 360 gradi sul circuito del gioco d’azzardo, bisogna annotare come il segnale positivo sia arrivato esclusivamente dalle realtà emergenti dei casinò online, mentre il poker cash e le sale da gioco live, vertono sempre più in uno stato di crisi. 

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore