/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 23 maggio 2018, 15:35

Sanremo: rivoluzione del traffico in via Galilei, nessun passo indietro ma un “sì” all’inversione di via Melandri e a nuove aree di sosta (Foto e Video)

Amministrazione e commercianti restano su posizioni differenti, oggi acceso faccia a faccia in Comune

L'incontro di oggi in Comune

L'incontro di oggi in Comune

Nuovo capitolo del braccio di ferro tra Comune e negozianti per l’inversione del traffico in via Galilei. Da quando è iniziata la rivoluzione della viabilità in zona “Polo Nord” (a febbraio) gli esercenti della zona non hanno mai messo a tacere le loro perplessità per un progetto che, da un lato, ha portato notevoli benefici al traffico e, dall’altro, ha scontentato chi tutti i giorni vive e lavora nel tratto interessato.

Dopo settimane di incontri, sopralluoghi, raccolte di firme e iniziative varie, questa mattina una delegazione di negozianti e residenti è stata ricevuta a Palazzo Bellevue. Ad attenderli, oltre al Sindaco Alberto Biancheri, anche gli Assessori Giorgio Trucco (Lavori Pubblici e Viabilità) e Barbara Biale (Attività produttive) insieme al Consigliere Alessandro Lanteri e al Comandante della Polizia Municipale Claudio Frattarola. Presenti anche i rappresentanti di Confcommercio Sanremo.

Incontro teso e dai toni accesi nell’ufficio del Sindaco. All’uscita ancora volti scuri e poca voglia di parlare, le posizioni restano divergenti. Il Comune non fa un passo indietro e prosegue nel progetto che, dati alla mano, sta facendo bene alla viabilità. I commercianti continuano a pensare che la cosa non sia funzionale per le attività della zona e abbia reso più complicato il ritorno a casa di chi vive in via Galilei e nelle vie vicine.

Quali le ipotesi all’orizzonte? Si fa sempre più concreta e vicina l’ipotesi di un’inversione di marcia di via Melandri che, scorrendo a salire, permetterebbe un accesso più agevole alla parte bassa di via Galilei. L’Assessore Trucco ha inoltre dato la propria disponibilità per ridisegnare aree di sosta e di carico e scarico per i negozi.

Ma la sensazione generale è che ancora molti capitoli della vicenda debbano essere scritti.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium