/ APPUNTI DI LIBERESO

Affari & Annunci

chef di cucina 58 enne buo carattere referenziatissimo offersi x ristorante hotel specialità` carne pesce pizze dolci tra san lorenzo e sanremo

casa 45 metri a poggio di sanremo. secondo e ultimo piano in ordine ammobiliata. portoncino blindato serramenti alluminio e cassetta di sicurezza in muratura. Vendo con urgenza...

Monaco 2 e 10 euro 2011, serie Bu 2009 Euroserie e non FDC o Proof originali vendesi; banconote estere n. 100 differenti vendesi euro 60+ spese.

Che tempo fa

Cerca nel web

APPUNTI DI LIBERESO | giovedì 19 gennaio 2017, 18:00

E' tempo di topinambur: una ricetta semplice e gustosa

Per alimentarsi in modo corretto e soprattutto sano e naturale, il consiglio di Libereso è quello di acquistare e consumare verdura e frutta di stagione. In tempi di crisi economica non soltanto è più sano, ma anche più economico.

Dalla rubrica Gli appunti di Libereso 

I Topinambur

Il Topinambur o Rapa tedesca (Helianthus tuberosus L.) appartiene alla grande famiglia delle Asteraceae.  Sono come le patate, ma il loro gusto somiglia a quello dei carciofi e per questo motivo gli inglesi lo chiamano “carciofo di Gerusalemme”.

Pur essendo buoni e gustosi, non sono molto usati e non ci sono molte ricette. Vi consiglio alcune semplici ricette che vi consentiranno di apprezzarne il gusto e scoprire una piacevole variante come contorno. Si possono mangiare in diversi modi: crudi in insalata ( tagliati a fettine sottili e conditi con olio, prezzemolo e cipolla) oppure cotti o in purea. La cottura è simile a quella delle patate.

Meglio comunque non lessarli perchè perdono parte del gusto.

In Piemonte si servono con la bagna càuda o la fonduta.

Topinambur trifolati

Ingredienti:

topinambur 500 gr.;

un cucchiaio di prezzemolo tritato;

aglio;

due cucchiai di olio;

una noce di burro;

sale.

Preparazione:

lavate bene i topinambur per liberarli dalla terra. Asciugateli  e tagliateli a fettine sottilissime. Scaldate due cucchiaiate d’olio e una noce di burro, aggiungete i topinambur, saltateli, cuocete per circa 20 minuti bagnandoli con acqua. Volendo potete aggiungere al posto dell’acqua del brodo vegetale e una foglia di lauro che renderà il liquido di cottura profumato.

All’ultimo momento aggiungete il prezzemolo tritato con mezzo spicchio d’aglio. Se si vuol rendere la preparazione più profumata si può aggiungere del basilico tritato prima di servirla in tavola.

 

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore