/ Sport

Sport | 08 marzo 2011, 15:49

Il "Re di Daytona" Gianni De Matteis torna in pista come pilota ufficiale dell'Aprilia

Il pilota sanremese, ribattezzato il "Re di Daytona" dopo la vittoria negli Stati Uniti, torna a gareggiare nel campionato italiano Superstock come pilota ufficiale Aprilia. "Sono gasatissimo" ha detto De Matteis che promette spettacolo.

Gianni De Matteis con la nuova tuta 2011

Gianni De Matteis con la nuova tuta 2011

I tifosi di Gianni De Matteis sono in visibilio a Sanremo per il ritorno alle corse del centauro matuziano, ribattezzato “Il re di Daytona” dopo la sua vittoria nella prestigiosa 200 miglia negli Stati Uniti. L’Aprilia RSV4 del Team Ecodem Trd Racing, campione in carica nell’italiano Superstock 1000, ha infatti affidato la sua guida ufficiale al pilota ligure. “Mi sento gasatissimo – ha detto De Matteis – nel tornare a correre in una serie così competitiva come la Superstock italiana, per di più con la moto ed il team campione in carica. Accetto questa impegnativa sfida con l’entusiasmo e l’emozione di un ventenne, oltretutto il mio legame con il marchio Aprilia è fortissimo, e questa è un ulteriore motivazione. Il Team Ecodem Trd è composto di ragazzi incredibilmente appassionati e farò il mio meglio per dargli grandi soddisfazioni”.

De Matteis, 41enne sanremese, è un pilota di grande esperienza che vanta una carriera ricca di soddisfazioni. Nel suo palmares ci sono tre vittorie nel campionato italiano assoluto del Challenge Aprilia 250 nel 1998, 1999 e 2001. Al 2003, anno in cui trionfa nel Trofeo Master Yamaha 600, il suo grande salto di qualità con il debutto nel Campionato Mondiale di Superbike a Brands Hatch con la Ducati 998 del Team Caracchi. L'anno successivo vede di nuovo De Matteis protagonista nella Superbike, in sella alla Ducati 999, dove colleziona un prestigioso il 12° posto a Monza. A compromettere la stagione un terribile incidente proprio nella pista del suo debutto a Brands Hatch. Ad un anno dall'infortunio De Matteis torna in pista correndo nel Mondiale Endurance con la Yamaha R1 del Team XOne, ed ottenendo come migliore piazzamento il quarto posto assoluto ad Assen assieme a Paolo Tessari e Simone Sanna. Nel 2007, dopo una stagione meno fortunata, De Matteis scrive il proprio nome nell'ambito albo d'oro della 200 Miglia Endurance di Daytona con una Aprilia Tuono ufficiale in coppia con Federico Aliverti.

Da allora il pilota sanremese ha alternato l'attività di istruttore di guida veloce, per l'Aprilia e la Ducati, con la partecipazione ad alcune singole gare, come la “200 km del Mugello” dove fu costretto al ritiro per un problema meccanico mentre era ampiamente in testa a 7 giri dal termine. Ora il ritorno in un campionato ufficiale. “La scelta come pilota di Gianni De Matteis, è stata ponderata – ha detto il titolare del Team Luca Pasquardini - sono convinto che ad una squadra giovane come la nostra servono delle guide forti. Gianni ha una grande maturità ed intelligenza agonistica, e tutto il team è convinto saprà regalarci delle ottime soddisfazioni”.

Federico Marchi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium