/ Politica

Politica | 23 aprile 2024, 21:29

Bordighera approva tariffe Tari per l’anno 2024, Ingenito: "Ci sono aumenti"

"Trovare un sistema per aiutare famiglie e commercianti", dice il consigliere comunale di minoranza Bassi

Bordighera approva tariffe Tari per l’anno 2024, Ingenito: "Ci sono aumenti"

Vi saranno aumenti tariffari sulla tassa della raccolta e smaltimento dei rifiuti. E' stata approvata, con undici voti favorevoli e cinque contrari, in consiglio comunale a Bordighera la determinazione sulle tariffe componente la Tari per l'anno 2024.

"Si lega alla precedente delibera" - illustra il sindaco di Bordighera Vittorio Ingenito - "Questo incremento si spamma in maniera diversa del tre per cento a seconda di quella che è la parte fissa e variabile della tariffa. L'incremento più consistente avviene sulla parte variabile della tariffa che riflette quei costi che sono relativamente legati all'Istat. C'è poi una parte fissa legata, ad esempio, ai metri quadri che si riferisce alle utenze, in generale, non domestiche mentre su quelle domestiche abbiamo delle percentuali che variano anche in funzione del numero di persone che abitano all'interno degli immobili".

"Sostanzialmente ci sono aumenti che sono abbastanza non omogenei, nel senso che non abbiamo un aumento costante su tutte le utenze del tre per cento" - sottolinea il primo cittadino - "Ci sono delle utenze sulla base dei parametri che hanno degli incrementi sotto l'1 per cento e altri che vanno anche oltre al 4 per cento. Questo varia in funzione di questi parametri che vengono stabiliti dalla normativa e abbiamo cercato, per quanto possibile, di modulare queste variabili cercando di renderle il più possibile omogenee. E' il lavoro che è stato portato avanti dagli uffici, che ringrazio per il loro lavoro. E' chiaro che gli aumenti tariffari non fanno mai piacere, non sono semplici da illustrare. Tuttavia occorre ricordare che qui abbiamo l'obbligo di copertura integrale del costo. Significa che non possiamo attingere da altre fonti per andare a coprire la spesa complessiva, quindi anche se abbiamo degli avanzi su altre voci di entrata quelle spese dovranno essere utilizzate necessariamente per altri investimenti. Deriva dal costo puro del servizio, un costo che dipende anche dalle nostre capacità, abitudini e diligenza nel portare avanti questo sistema di raccolta differenziata".

"E' normale che quando troviamo un cestino divelto o il portacenere che è stato tolto, quello è un costo che va ad incidere sul servizio perché noi dovremo andare a ricomprare quel cestino" - dice il sindaco Ingenito - "E' chiaro che si possono fare scelte diverse sul tipo di arredo urbano che si vuole utilizzare. Si è sempre cercato di trovare un equilibrio tra il designer, la qualità e il costo. Quest'anno dovremo intervenire necessariamente con ulteriori investimenti perché quelli che avevamo messo sono stati distrutti all'80 per cento. Dobbiamo cercare, per quanto possibile, di sensibilizzare le persone anche su questo argomento che diventa molto importante. Ogni singolo costo che va a incrementare la tariffa si ripercuote necessariamente sulla bolletta che arriva ogni anno a casa. Noi cerchiamo, per quanto possibile, di contenerli e valutare questi aumento in maniera omogenea ma bisogna sempre considerare i costi di energia elettrica, trasporto e carburante vanno incidere senza ulteriori possibilità di inserire risorse aggiuntive da parte del bilancio comunale".

"La tariffa Tari è una partita di giro" - commenta il consigliere comunale di minoranza Massimiliano Bassi - "Abbiamo tante spese e costi che derivano dallo smaltimento fuori provincia. L'assessore Allavena si è dato molto da fare, ha creato anche una commissione ad hoc alla quale ha partecipato il nostro consigliere Albanese per sensibilizzare le opposizioni sul lavoro che sta portando avanti l'assessore Allavena. Lo ringraziamo. Sicuramente no è facile digerire questo aumento di tariffe. Bisognerebbe trovare un sistema per aiutare le famiglie e i commercianti".

"Non siamo soddisfatti, non abbiamo ancora risolto il problema" - aggiunge l'assessore Giovanni Allavena - "Tra tutti speriamo di riuscirci mettendo mano a questo appalto pur così condizionato com'è da tutti gli altri comuni. Cerchiamo di migliorarlo ancora per quanto è possibile".

"Avevo annunciato che non avrei votato questa pratica, in realtà, poi mi hanno spiegato bene il tecnicismo di questa questione di partita di giro" - interviene il consigliere comunale di maggioranza Massimiliano Di Vito - "Se l'unica soluzione è questa siamo praticamente costretti. Non sono a favore degli aumenti".

"Voterò contrario" - afferma il consigliere comunale di minoranza Giuseppe Trucchi - "Mi spiace che i bordigotti, che forse sono stati i più diligenti nella raccolta differenziata, vengano, purtroppo, penalizzati pur comprendendo tutte le ragioni che sono state addotte per evitare di mettere le mani nelle tasche dei bordigotti".

Elisa Colli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium