/ Economia

Economia | 03 maggio 2021, 10:48

Liguria e digitalizzazione: il punto della situazione

Il piano Colao e i progetti avviati per facilitare la vita dei cittadini

Liguria e digitalizzazione: il punto della situazione

Il primo passo per far ripartire l’Italia sembra essere su più fronti la digitalizzazione. A pensarla in questi termini è in particolare Vittorio Colao, a capo della task force che ha stanziato un piano proprio con lo scopo di rendere l’Italia più smart.

Il ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale ritiene indispensabile il processo di digitalizzazione delle imprese attraverso gli incentivi e la conferma del credito d’imposta. L’obiettivo, però, è fare in modo che le risorse offerte dalla rete possano facilitare più aspetti della nostra vita.

Sanità, istruzione e ricerca sono al centro della trasformazione anche attraverso l’accesso alla banda larga, che dovrebbe favorire maggiore velocità e in generale una qualità migliore dei servizi. Rispetto alla tecnologia non è possibile lasciare fuori l’aspetto strutturale. L’integrazione del 5G permetterebbe, infatti, anche all’Italia di affiancarsi agli altri Paesi che hanno già avviato la transazione con tutti i benefici che questo comporta anche sul fronte dello sviluppo industriale.

A tal proposito Tim ha attivato l’iniziativa “Smart District”, che ha lo scopo di rafforzare la digitalizzazione dei 18 comuni della provincia di Savona, per far sì che tanto le imprese quanto i cittadini possano giovare di una connessione più veloce. Intelligenza artificiale, smart working e videosorveglianza sono solo alcuni dei settori che vengono coinvolti nel progetto.

Anche a Genova non mancano le idee, quando si parla di progresso tecnologico. Da poco è stato, infatti, avviato il Fascicolo digitale del Cittadino”, uno spazio virtuale che consente a quest’ultimo di poter attingere ai suoi dati con facilità e in tempi rapidi. L’iniziativa evita le file agli sportelli degli uffici e snellisce la procedura di ricerca.

Recente è anche la notizia che vede Genova come la prima città che rende utilizzabile l’app Io anche per ricevere eventuali notifiche di infrazioni stradali. Un messaggio avvisa il cittadino se vi è una sanzione a suo carico e gli consente di pagare la multa nell’immediato, evitando così anche le spese di spedizione.

Oltre a ciò, anche l’avvento della fibra ottica promette bene per i cittadini che desiderano entrare a far parte di questo cambiamento e che già oggi possono contare anche su tante proposte per risparmiare. Soprattutto online, è semplice cercare le offerte fibra grazie a ComparaSemplice, potendo così facilmente scegliere quella più in linea con le nostre esigenze.

Insomma, il passaggio non sarà rapido e non sappiamo se tutte le misure previste sul fronte nazionale e locale saranno approntate per portare i risultati sperati, ma è pur vero che un inizio c’è stato. Ci si augura che si diano ai cittadini anche gli strumenti per poter affrontare il cambiamento in modo adeguato e che la digitalizzazione possa facilitare a tutto tondo la vita di ogni cittadino: dal manager aziendale all’operaio.

RICHY GARINO

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium