/ Eventi

Eventi | 16 marzo 2021, 15:43

Dopo 'Ama' ci sarà Laura Pausini alla conduzione del Festival di Sanremo? "Non nel 2022"

La cantante che ha appena vinto il Golden Globe ha detto che non potrebbe affrontare la direzione artistica e che comunque il prossimo anno non potrà perchè deve pensare al disco nuovo

Laura Pausini sul palco dell'ultimo Festival di Sanremo

Laura Pausini sul palco dell'ultimo Festival di Sanremo

L'ipotesi di una Laura Pausini alla conduzione del Festival di Sanremo? "La Rai me l'ha già chiesto in passato - risponde la cantante - Sinora non ho accettato perché non me la sento di affrontare uno spettacolo così imponente. Ma sicuramente non sarei in grado di affrontare la direzione artistica, perché io ho i miei preferiti, sono condizionabile, non sono capace di fare una selezione come si deve. Per il 2022 state tranquilli... ho da pensare al nuovo disco". 

I successi internazionali, la confidenza con i palcoscenici delle star e adesso la nomination agli Oscar, peraltro dopo la vittoria ai Golden Globe, non bastano a scalfire la spontaneità di Laura Pausini. La cantautrice di Faenza è candidata per la miglior canzone originale, tra gli ambitissimi premi dell'Academy, con la sua "Io sì" (Seen), brano del film "La vita davanti a sé" di Edoardo Ponti con Sophia Loren, frutto della collaborazione con la compositrice statunitense Diane Warren, con la music supervisor Bonnie Greenberg e con Niccolò Agliardi per il testo italiano.

"Mi sento ancora piccola e fragile, la ragazza timida che debuttava a Sanremo - commenta Laura Pausini - La sfida con me stessa è quotidiana, malgrado l'unanimità del pubblico e della critica nell'apprezzare la mia voce. Io nasco come mi avete vista a Sanremo, piccola e impaurita". La rievocazione del Festival, lo snodo della carriera musicale della Pausini con "La solitudine" nel 1993, è un tema ricorrente nelle parole della cantante, che si è subito detta "onorata di rappresentare l'Italia in una delle cerimonie più importanti dell'industria dell'intrattenimento mondiale". 

"I traguardi mi hanno dato la voglia di spingere sull'acceleratore, ma per anni mi sono impegnata a superare il senso di colpa per il 'successo', persino con l'aiuto di una psicologa. Sento costantemente la fragilità, specialmente ora in questa situazione di pandemia", aggiunge ancora Laura Pausini, che non manca di rimarcare: "Continuo a parlare di Sanremo perché per me significa tutto". 

E la commozione si era già rivelata in modo dirompente sul palco dell'Ariston, ospite della seconda serata proprio dopo la vittoria ai Golden Globe per la migliore canzone originale. "Io sì" (Seen) ha conquistato anche l'Hollywood Music in Media Awards e il Satellite Award, riconoscimenti significativi che si aggiungono al palmares della Pausini, già vincitrice di un Grammy Award e di quattro Latin Grammy Awards. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium