ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Attualità

Attualità | 24 gennaio 2021, 12:11

Fitness all'aria aperta, sulla pista ciclabile di Taggia 13 postazioni per allenarsi

Il percorso sebbene oggi sia molto sfruttato dagli abitanti, fin dalla sua nascita non ha goduto della giusta valorizzazione e ha spesso avuto bisogno di interventi di manutenzione in extremis.

Fitness all'aria aperta, sulla pista ciclabile di Taggia 13 postazioni per allenarsi

A Taggia la pista ciclopedonale a lato del torrente Argentina avrà delle postazioni per il fitness. Il Comune ha recentemente autorizzato l’acquisto di 13 attrezzature per fare esercizio fisico, con una spesa di 6.999,62 euro. 

“Vita Parcours 13 Postazioni”, questo il nome del percorso salute che sarà collocato nelle aree verdi della pedonale che costeggia l’argine sinistro del corso d’acqua. Si tratta di un progetto immaginato già diversi anni fa dal consigliere comunale con delega allo sport, Raffaello Bastiani e che oggi trova lo sprint necessario anche grazie all’attuale situazione legata alla pandemia. 

Infatti, con l’emergenza Covid, le palestre e le piscine sono state chiuse a livello nazionale e lo stop potrebbe durare ancora per diverso tempo. L’unica soluzione è l’attività fisica all’aperto, purché svolta in modo individuale e nel rispetto del distanziamento interpersonale. Da qui l’interesse del Comune per far nascere un percorso dedicato agli esercizi a corpo libero, una possibilità approvata in seno al consiglio comunale di luglio 2020.

La pista ciclopedonale comunale è apparsa subito come lo spazio naturale per ospitare queste attrezzature. Il percorso sebbene oggi sia molto sfruttato dagli abitanti, fin dalla sua nascita non ha goduto della giusta valorizzazione e ha spesso avuto bisogno di interventi di manutenzione in extremis.  

C’è anche un altro spazio che potrebbe prestarsi per far nascere una palestra a cielo aperto e si trova proprio sotto gli occhi del Comune: l’ex area pump track davanti al municipio. Eredità dell’amministrazione Genduso, in questi anni è stata pressoché abbandonata, se non fosse per lo sfalcio della vegetazione quando ormai raggiungeva altezza uomo. Il 2021 potrebbe essere l’anno giusto per dare una funzione anche a questa area verde. 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium