/ Cronaca

Cronaca | 04 dicembre 2020, 12:11

Sanremo: acque nere da mesi in via Tapoletti e vicolo Costa nella Pigna, a rischio muri e anche i caruggi (Foto)

Accade a Sanremo, nella città vecchia, tra via Tapoletti e vicolo Costa nella zona di San Costanzo. Una residente, Riccarda Lorizzo, lotta da marzo scorso inviando richieste ed esposti, per trovare una soluzione a un problema che, se non preso seriamente in considerazione, potrebbe allargarsi ulteriormente.

Sanremo: acque nere da mesi in via Tapoletti e vicolo Costa nella Pigna, a rischio muri e anche i caruggi (Foto)

La perdita dalla condotta delle acque nere, crea miasmi insopportabili, crea problemi ai muri delle abitazioni e ad alcune stradine, dove si sono già create pericolose crepe e dove trova campo l’erba e piante di vario tipo.

Accade a Sanremo, nella città vecchia, tra via Tapoletti e vicolo Costa nella zona di San Costanzo. Una residente, Riccarda Lorizzo, lotta da marzo scorso inviando richieste ed esposti, per trovare una soluzione a un problema che, se non preso seriamente in considerazione, potrebbe allargarsi ulteriormente.

L'acqua ha eroso e scavato sottoterra, mentre la strada si sta affossando e tutto il ciottolato è stato inglobato dal terreno dove sta crescendo l'erba. Il marciapiede è percorso da grosse crepe dalle quali si infiltra anche l'acqua piovana oltre a quella proveniente dalla condotta delle ‘nere’. “Con il tempo – ci ha detto Riccarda Lorizzo - l'acqua ha infiltrato anche i muri portanti della mia abitazione e io da mesi vivo così. Ho chiamato Rivieracqua, e l’Amaie: hanno fatto un sopralluogo, poi se ne sono andati. Poi è venuto anche il Comune: altro sopralluogo e nulla. Sono venuti tutti a vedere ma nessuno che mi abbia detto se quella fognatura fosse pubblica o privata e se la rimetteranno a posto. Nel mese di ottobre tutti mi hanno detto che era tutto negativo”.

La residente ha chiesto aiuto anche ai Vigili del Fuoco e alla Polizia Amministrativa del Comune, che ha confermato come la perdita fosse presente da tempo. La donna ha chiesto anche l’intervento dell’ufficio viabilità e, successivamente, con il proprietario della cantina da dove arriva l’acqua ha fatto un sopralluogo con i Vigili del Fuoco, che una decina di giorni fa hanno inviato una relazione scritta al Comune.

Nella cantina, effettivamente, si intravede un tubo rotto e l'acqua che fuoriesce proviene dalla condotta fognaria e, con un tecnico di Rivieracqua è stata fatta la ‘prova colore’. Da via Tapoletti,  invece, il percorso dell'infiltrazione si vede quasi ad occhio nudo e, dal civico 6 si segue una linea immaginaria, in cui si vedono parti di pavimento infossato.

“Credo che la perdita debba essere risanata con la massima urgenza – ci ha detto Riccarda Lorizzo - e temo che non ci sia più terra solida a sorreggere le fondamenta, ma acqua e terreno eroso. Possibile che debba crollare una casa prima che qualcuno muova un dito?” La donna ha inviato un esposto al Comune, anche per la presenza continua di topi che, ovviamente, creano anche problemi sanitari.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium