/ Economia

Economia | 15 ottobre 2020, 08:03

I migliori deumidificatori portatili: guida all’acquisto

Per avere una temperatura gradevole sia in inverno che in estate senza problemi di umidità, è necessario avere un deumidificatore

I migliori deumidificatori portatili: guida all’acquisto

Per avere una temperatura gradevole sia in inverno che in estate senza problemi di umidità, è necessario avere un deumidificatore. Se ancora non sapete di che cosa si tratta o siete alla ricerca del modello migliore che faccia al caso vostro, leggete con attenzione questa breve guida all’acquisto.

A che cosa serve un deumidificatore

Un deumidificatore portatile è uno strumento molto utile in grado di risucchiare l’aria e rimuovere l’umidità per renderla più secca. Oggi è importante preoccuparsi del livello di umidità poiché se è troppo alto, gli ambienti sono malsani per via dello sviluppo di funghi e muffe, possono sorgere problemi di dolori articolari e soprattutto si percepiscono temperature alte in estate.

Fondamentalmente, che ci sono due tipologie diverse di deumidificatori: quelli che funzionano come i sali e quelli elettrici. Di solito, molti preferiscono i deumidificatori di tipo elettrico perché sono più veloci nel ridurre il tasso di umidità. Inoltre, non devono essere ricaricati, come invece capita con quelli con i sali che vanno sostituiti una volta zuppi. Inoltre, i modelli elettrici mostrano quanta umidità è stata tolta riempiendo un serbatoio interno.

Quando usare un deumidificatore

Sono davvero tante le situazioni in cui un deumidificatore fa davvero comodo. Per esempio, usatelo in estate per ridurre il tasso di umidità e percepire una temperatura minore, cioè meno afosa. Inoltre, uno strumento di questo tipo è particolarmente utile se avete a che fare con un problema di muffa che si sviluppa negli ambienti umidi negli angoli. Spesso molti si ostinano a pulirla con prodotti a base di candeggina ma è pressoché inutile se non intervenite sulla causa primaria, cioè l’umidità. Vale la pena utilizzare un deumidificatore negli ambienti come cucina e bagno dove si produce una grande quantità di vapore acqueo.

Anche durante le giornate di pioggia invernali, accendete il vostro deumidificatore per evitare quella fastidiosa sensazione di umidità che sembra penetrare nelle ossa. Avviate il vostro deumidificatore anche quando stendete la biancheria in casa per velocizzare l’asciugatura ed evitare che i panni restino bagnati a lungo e puzzino.

Quali sono i modelli migliori

Il primo che ha realizzato deumidificatori portatili è sicuramente de Longhi, che si conferma leader in questo mercato. Sono davvero tanti i modelli che il brand produce per venire incontro a ogni vostra esigenza. De Longhi DDS30 è un deumidificatore portatile versatile e molto potente. Infatti, è in grado di estrarre fino a 30 l di umidità al giorno. È pensato per ambienti di metratura tra i 45 e 50 m² perciò deumidifica un intero appartamento di dimensioni medio – piccole. Questo modello è in grado non solo di deumidificare l’aria ma anche riscaldarla. Ha una funzione specifica per facilitare l’asciugatura dei panni stesi.

Tasciugo DEM10 è un modello che può fare al caso vostro se avete la necessità di deumidificare un solo ambiente. Infatti, è adatto per spazi di circa 20 m². È in grado di prelevare circa 10 l di umidità nel giro di una giornata. Interessante anche il prezzo.



Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium