/ Attualità

Attualità | 09 aprile 2019, 12:19

Digitale: al via domani il nuovo bando 4.0 della Camera di commercio Riviere di Liguria

Domande da domani al 15 luglio. Per ciascuna impresa saranno messe a disposizione risorse fino a 10 mila euro di valore.

Digitale: al via domani il nuovo bando 4.0 della Camera di commercio Riviere di Liguria

Digitalizzazione delle imprese atto terzo. Parte domani in tutta Italia il nuovo bando per i voucher 4.0 lanciato dalle Camere di commercio per permettere alle aziende di agganciare la quarta rivoluzione industriale. Per ciascuna impresa saranno messe a disposizione risorse fino a 10 mila euro di valore che potranno essere utilizzate dagli imprenditori per acquistare servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0.

Le imprese avranno tempo da domani e fino al 15 luglio per richiedere i contributi alla Camera di commercio Riviere di Liguria. Potranno beneficiare delle agevolazioni le singole micro, piccole e medie imprese che presentano un progetto finalizzato all’introduzione delle tecnologie digitali.

"Da quando, a giugno 2017, è stato avviato il progetto Punto Impresa Digitale – che è entrato a far parte della rete degli 88 Punti Impresa Digitale presente in tutta Italia, per favorire la diffusione della cultura e della pratica della digitalizzazione –, sono state circa 500 le aziende che hanno usufruito del servizio a sportello nelle tre sedi della Camera di commercio. Finora sono state 81 le imprese che hanno richiesto le agevolazioni per la digitalizzazione; i progetti ammessi a contributo sono stati in tutto 59, per complessivi 456 mila euro circa, risorse che hanno attivato investimenti per circa 700 mila euro. Con questo nuovo bando mettiamo a disposizione altri 200 mila euro per favorire gli investimenti in tecnologia». E’ quanto ha sottolineato il presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria, Luciano Pasquale.

E quest’anno, rispetto alle scorse edizioni, ci sono importanti novità. I voucher potranno, infatti, essere investiti non più solo in formazione e consulenza, ma anche per l’acquisto di nuove tecnologie, macchinari e software 4.0 da utilizzare in azienda fino ad un massimo del 50 per cento delle spese ammissibili. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium