/ 

| 15 ottobre 2017, 09:30

"In giardino con Benza": su Sanremonews parte la rubrica con i consigli mensili dell'agronomo Enrico Leva

Ogni mese l'agronomo invierà consigli sulla cura del tappeto erboso, dell'orto, del frutteto e del giardino in generale

"In giardino con Benza": su Sanremonews parte la rubrica con i consigli mensili dell'agronomo Enrico Leva

Gli aggiornamenti mensili dell'agronomo Enrico Leva, collaboratore eminente esterno della ditta Benza di Sanremo, si spostano dal blog del sito dell'azienda www.benzashop.it al sito di Sanremonews, all'interno della sezione tutta dedicata "In giardino con Benza". Ogni mese l'agronomo invierà consigli sulla cura del tappeto erboso, dell'orto, del frutteto e del giardino in generale. I consigli rimarranno visibili tutti i giorni all'interno della rubrica e ogni mese si potranno trovare gli aggiornamenti del periodo di riferimento collegati alle novità annuali del settore.

Nel dettaglio, ecco quello che consiglia Enrico Leva per il mese di Ottobre.


TAPPETO ERBOSO


Il mese di ottobre non prevede particolari cure al prato. È sicuramente buona norma modificare il programma di irrigazione, riducendo volumi e tempi di bagnatura. Come sempre è difficile fornire indicazioni valide per tutti ma, nella generalità dei casi, un paio di irrigazioni a settimana sono più che sufficienti. Si ricorda l’importanza degli sfalci regolari ad altezza compresa tra 3 e 3,5 cm.

Molto utile risulta il robot di taglio, la cui frequenza nei passaggi consente una più rigogliosa crescita del manto erboso. In Riviera è ancora ampiamente possibile provvedere alla rigenerazione dei prati ossia alla semina ma senza ribaltare il terreno con le modalità già descritte nella nota del mese precedente.


ORTO


Il mese di ottobre è ancora propizio per la semina della fava. Tale specie è altresì ottima per il sovescio, cioè una coltura a perdere da interrare al fine di arricchire il terreno di sostanza organica. Si tratta di un’ottima soluzione per coloro i quali dispongono di grandi superfici e non possono coltivarle integralmente perché, in tal modo, contrastano la crescita delle erbe infestanti ed arricchiscono il suolo.

Il mese è poi ancora utile per la semina di spinaci. Si ricorda che tale specie assorbe grandi quantità di azoto dal terreno ed i cui metaboliti (che si ritrovano poi nelle foglie) sono dannosi alla salute. Per evitare rischi si consiglia di non abbondare con le concimazioni.

Si ricorda la funzione fondamentale della rotazione delle colture, ossia il far seguire specie diverse rispetto a quelle che le hanno precedute. Per chi deve eliminare le piante di pomodoro o peperone o melanzana. Prestare attenzione alla comparsa di uova e larve di cavolaia ossia della comune farfalla bianca: le sue uova si riconosco perché sono di colore giallo e deposte nella pagina inferiore dei cavolfiori, cavoli, cime di rapa e broccoli. Per piccole superfici si possono rimuovere sia le uova sia le larve manualmente; diversamente ricorrere agli insetticidi biologici (es. Bacillus thuringiensis).


FRUTTETO


Non ci sono particolari operazioni da svolgere nel mese in corso.


GIARDINO


È possibile mettere a dimora le bulbose a fioritura primaverile (narcisi, tulipani, ecc.) da ottobre fino a dicembre. Possono essere posti in piena terra oppure in vaso. Le rose, specie se collocate in luoghi ben esposti possono ancora regalare abbondanti fioriture; è però fondamentale l’asportazione dei getti sfioriti e la concimazione con un prodotto granulare per piante fiorite (es. Bayfolan).  

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium