/ Politica

Politica | 08 agosto 2022, 15:50

Molini di Triora: gravi problemi ad Agaggio Inferiore, il capogruppo di opposizione punta l'indice sull'Amministrazione

“Una situazione – dice Becciu – che costringe i residenti a vivere, in modo particolare in questo periodo di caldo afoso, chiusi in casa e con finestre blindate per evitare di respirare miasmi insopportabili che arrivano dal fiume"

Molini di Triora: gravi problemi ad Agaggio Inferiore, il capogruppo di opposizione punta l'indice sull'Amministrazione

Il capogruppo di opposizione a Molini di Tiora, Mario Antonio Becciu, interviene duramente contro l’Amministrazione, per la situazione che è presente da due anni, nella frazione di Agaggio Inferiore.

A seguito dei danni subiti dalla tempesta del 2 e 3 ottobre 2020 che ha interessato tutto il territorio, la frazione ha visto sparire quasi tutta la rete fognaria, scaricando da allora i liquami direttamente sul fiume, fiume che purtroppo, vista la siccità che sta colpendo l’intero territorio nazionale, è ridotto ad un rigagnolo d’acqua.

“Una situazione – dice Becciu – che costringe i residenti a vivere, in modo particolare in questo periodo di caldo afoso, chiusi in casa e con finestre blindate per evitare di respirare miasmi insopportabili che arrivano dal fiume, senza poter godere appieno del refrigerio che il torrente Argentina, seppur con poca acqua, da sempre ha dato a residenti e turisti”.

Becciu rincara poi la dose, scagliandosi direttamente contro Sindaco e Amministrazione in toto: “E’ un totale fallimento – dichiara - visto che non sono stati in grado, tra Sindaco ed Assessore ai lavori Pubblici (oltretutto domiciliato proprio ad Agaggio Inferiore), di seguire giorno dopo giorno questa delicata pratica, ha sollecitato assiduamente Sindaco e Vice, tramite il Consigliere Allaria ricevendo sistematicamente scuse di ogni genere e attribuendo sempre ad altri le cause dei ritardi, prima per ottenere il contributo, poi le procedure per affidare i lavori, dopo le difficoltà per reperire i materiali e per ultimo difficoltà di ottenere i permessi da parte della Provincia”.

“Quest’ultima scusa – termina Becciu - fa sorridere considerando che il Sindaco Sasso è anche Consigliere Provinciale, ben inserito nel contesto Politico Locale. La situazione non è più giustificabile. Pian piano ci stiamo avvicinando al periodo delle grandi piogge e, vista la situazione di tutto il territorio ancora in alto mare con i lavori, non ci resta che sperare nella clemenza di madre natura”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium