/ Sport

Sport | 01 agosto 2022, 15:41

L'armese Matteo Varnier sarà il direttore dell'area tecnica della nazionale cinese di beach volley

Grandi risultati e grandissimi traguardi per l’ormai ex commissario tecnico della nazionale italiana di beach volley alla guida della coppia Lupo/Nicolai, la più vincente nella storia azzurra

L'armese Matteo Varnier sarà il direttore dell'area tecnica della nazionale cinese di beach volley

Dopo diciotto anni l'armese Matteo Varnier saluta la nazionale italiana e l’Italia, prossima destinazione la Repubblica Popolare Cinese dove andrà a ricoprire il ruolo di direttore dell’area tecnica della nazionale.

Grandi risultati e grandissimi traguardi per l’ormai ex commissario tecnico della nazionale italiana di beach volley alla guida della coppia Lupo/Nicolai, la più vincente nella storia azzurra. Nel loro palmares impossibile non ricordare l’argento olimpico conseguito alle Olimpiadi di Rio 2016, storico traguardo per l’Italia. Altrettanto memorabili sono i tre titoli del campionato europeo, 2014, 2016 e 2017 e ottimi piazzamenti nel World Tour.

Una scelta non a cuor leggero per Varnier che commenta: “Non è stata una decisione semplice da prendere perchè ormai, dopo tutti questi anni, la nazionale la sentivo esattamente come una famiglia. Nonostante tutto sono però altrettanto stimolato da questa nuova avventura in Cina dove ho visto un progetto per il futuro molto interessante”.

Cinque coppie di atleti e un settore giovanile da far crescere: “Ci alleneremo prevalentemente in Europa con coppie forti di tutto il panorama mondiale. Il settore giovanile è una parte importante che bisogna valorizzare e far crescere nel giusto modo. C’è tanto lavoro da fare ma gli stimoli sicuramente non mancano”.

Infine un doveroso ringraziamento, prima di cominciare la nuova avventura che ufficialmente è partita il 1° di agosto: “Voglio ringraziare la Fipav che mi è sempre stata vicina da giocatore e da allenatore non facendo mai mancare la sua presenza e il suo supporto. Allo stesso modo voglio ringraziare il Coni, anch’esso costantemente presente e sempre interessato. Infine, non per importanza, voglio ringraziare Daniele Lupo, Paolo Nicolai e tutto il mio staff. Ho passato anni e momenti splendidi. Con loro ho ricordi indelebili che mi porterò sempre nel cuore perchè siamo riusciti ad ottenere risultati che nella storia non era mai riuscito nessuno a conseguire”

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium