/ Attualità

Attualità | 20 maggio 2021, 16:15

Imperia: l'imprenditore Davide Barreca lascia la spiaggia alla spianata, "Pronto a riaprire in un'altra zona della città"

Con la stagione estiva alle porte e l'incertezza dettata dai protocolli anticovid e il futuro delle concessioni demaniali, l'imprenditore Davide Barreca lascia la spiaggia e la discoteca in fondo alla spianata

Imperia: l'imprenditore Davide Barreca lascia la spiaggia alla spianata, "Pronto a riaprire in un'altra zona della città"

Cambio di proprietà nei locali della vita notturna imperiese. Con la stagione estiva alle porte e l'incertezza dettata dai protocolli anticovid e il futuro delle concessioni demaniali, l'imprenditore Davide Barreca lascia la spiaggia e la discoteca in fondo alla spianata, il mitico 'Koko Beach', il cui nome resta a Barreca che probabilmente si sposterà al Prino.

Il locale alla spianata passa di mano, si dice, a imprenditori del settore provenienti da Sestriere. “E' vero. – conferma Barreca a Imperia News – La proprietà ha deciso di vendere, mi ha fatto una proposta che ho ritenuto fuori mercato, così ho lasciato”.

Barreca era approdato alla spianata nel 2004 aprendo l'A'frik, che poi era diventato Coco Beach, Playa Cacao, di nuovo A'frik e all'ultimo, quando l'imprenditore della movida imperiese aveva preso in gestione anche lo stabilimento aveva preso il nome di 'Koko Beach'. Ora la ripartenza in un'altra zona della città.

Con lo stabilimento balneare probabilmente ci prenderemo una pausa, - spiega - mentre per quanto riguarda il locale notturno non staremo a guardare, abbiamo molte richieste e potremmo aprire a luglio, dipenderà dai protocolli, per ora è tutto fermo, ma sono ottimista. Al Prino? Vedremo, ci sono diverse ipotesi che stiamo valutando”.

I gestori delle discoteche sono sul piede di guerra perché dall'ultimo decreto non è ancora stata stabilita una data certa. Si parla di 'Green Pass' e a Milano e Gallipoli sono pronte due aperture test.

Sono favorevole all'ingresso di clienti con tampone negativo o con il vaccino fatto, è un modo per essere tranquilli e tutelare le persone che si trovano dentro il locale, ci saranno sempre le mascherine ma è un gesto di tranquillità”, conclude Barreca.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium