Leggi tutte le notizie di ARTIGIANATO & DE.CO. CON CNA ›

Artigianato & DE.CO. con CNA | 11 maggio 2021, 07:00

Valle Argentina: storia, tradizione e qualità della Lavanda dell'antica distilleria Cugge

Un prodotto di grande eccellenza di un laboratorio, che può vantare il marchio “Artigiani in Liguria”, una garanzia di qualità e artigianalità dei propri prodotti.

Valle Argentina: storia, tradizione e qualità della Lavanda dell'antica distilleria Cugge

Proseguiamo il nostro viaggio con la Cna di Imperia per raccontare il territorio, la gastronomia, ma anche la storia, l'ambiente e il turismo. Un’occasione straordinaria per scoprire i migliori prodotti di artigiani, che con passione ed entusiasmo mantengono vive tradizioni secolari.

Oggi andiamo nel piccolo borgo di Agaggio nell’alta Valle Argentina, dove cresce spontanea una lavanda di montagna di grande pregio e qualità.

Una valle incantevole che lasciando l’azzurro del mare si immerge nel verde e raggiunge montagne che superano i 2000 metri di quota: Qui le foglie dell’ulivo sempre presente colorano di argento il paesaggio ed hanno suggerito il nome del torrente e della vallata.

Dalla fine del 1800 "L’ Antica Distilleria Cugge” è il punto di riferimento di chi cerca il profumo della lavanda più autentica e naturale. Le sorelle, Rita e Patrizia, che rappresentano l’ultima generazione della famiglia, hanno ripreso l’attività orientandola verso coltivazioni naturali, nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente e ottenendo l’ambito riconoscimento di Impresa Green.

 

 

 

(Riprese video e montaggio di MC- Massimo Cimiotti videomaker)

 

Entrando nel laboratorio si coglie immediatamente la grande passione e l’amore per il territorio di questa azienda storica, a conduzione familiare che è anche riconosciuta come Fattoria Didattica.

Qui possiamo scoprire i segreti della coltivazione della Lavanda di montagna, apprezzarne i meravigliosi colori, conoscerne le proprietà e la grande varietà di prodotti, che si possono ottenere. La sua lavorazione, ancora rigorosamente artigianale, si basa su tradizioni secolari e si tramanda da diverse generazioni unite dall’amore per il territorio e dal rispetto per l’ambiente. La lavanda viene coltivata a 1200 metri d’altitudine, su di un terreno dalle caratteristiche uniche e soprattutto senza l’uso di prodotti chimici. Le operazioni di distillazione vengono effettuate con il vapore ottenuto dal fuoco a legna, proveniente dai boschi di castagno, che circondano il paese. Ma non solo lavanda, nel laboratorio si distillano anche altre essenze da cui si ricavano oli essenziali ed acque floreali purissimi e dalle molteplici proprietà. Tutti prodotti di “nicchia” e di altissima qualità, molto particolari e che si possono usare in purezza o impiegare nella preparazione di prodotti naturali per uso cosmetico.

Fra i prodotti spicca l’olio essenziale di lavanda, l’acqua floreale e la linea all’idrolato di lavanda che comprende creme viso, corpo, mani, saponi e doccia-shampoo ed anche deliziose composte con buona frutta ed infuso di fiore di lavanda.

Tutta la produzione, fatta nel pieno rispetto dell’ambiente e della salute, è a marchio Vegan ad esclusione della crema mani che contiene cera d’api che è comunque un ingrediente naturale. I prodotti si possono acquistare online o nei mercati di Taggia o Bordighera, ma vi consiglio di fare una visita al loro laboratorio e negozio, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato. Se poi volte provare l’emozione della raccolta nel mese, salite nel mese di luglio, quando potrete vedere ancora donne e uomini raccogliere i fiori a mano, e sentire il profumo della lavanda coprire lentamente quello della legna dell’alambicco.

A Patrizia e Rita il merito di aver ripreso una tradizione importante in una valle dove un tempo gli alambicchi erano presenti in grande numero, ma sono stati completamente abbandonati e l’attività di distillazione scomparsa. I primi tempi non sono stati facili, ma con passione e impegno hanno superato ostacoli e difficoltà. Oggi ci hanno restituito la vista magnifica di un mare di fiori viola sotto un cielo incontaminato e immersi in una natura selvaggia. I campi di Lavanda un piccolo paradiso.

 

Come spiega il direttore dell’associazione di categoria degli artigiani, Luciano Vazzano si tratta “prodotti di grande eccellenza, produzioni rare e De.Co. Sono i veri protagonisti di questo viaggio che porterà i lettori a scoprire le bellezze del territorio e da dove viene quello che mangiamo e da chi è prodotto. Ma soprattutto scopriremo anche il grande contributo degli artigiani alla conservazione dell’ambiente, alla salvaguardia delle tradizioni e ed allo sviluppo di un nuovo turismo esperienziale. Un viaggio fra le botteghe artigiane del Ponente ligure, che rappresentano anche un presidio di socialità per tanti borghi e vallate dell’entroterra. Un percorso alla scoperta di realtà artigianali, che non sono semplici laboratori o negozi, ma veri punti di ritrovo e di cultura, dove il lavoro dell’uomo genera bellezza e prodotti unici. Artigiani consapevoli dell’importanza del rapporto con l’ambiente e il territorio, custodi di tradizioni millenarie, ma aperti all’innovazione e con tante storie da raccontare”.

L’Antica Distilleria Cugge si trova ad Agaggio Inferiore frazione del comune di Molini di Triora (IM) in via Regina Margherita, 1

Telefono: Patrizia 347 466 26 32 / Rita 349 500 49 21

email: info@anticadistilleriacugge.com sito: www.AnticaDistilleriaCugge.com

Indirizzo per acquisti online: https://anticadistilleriacugge.com/bottega-online/

La dodicesima puntata del viaggio con Cna alla scoperta delie eccellenze artigiane del Ponente ligure è disponibile a questo link

 

 

 

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

martedì 15 giugno
venerdì 11 giugno
martedì 08 giugno
venerdì 04 giugno
martedì 01 giugno
venerdì 28 maggio
martedì 25 maggio
venerdì 21 maggio
martedì 18 maggio
venerdì 14 maggio
venerdì 07 maggio
martedì 04 maggio
venerdì 30 aprile
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium