/ Attualità

Attualità | 08 dicembre 2020, 07:21

Sanremo: trenta fioriere con lo stemma della città ordinate per piazza Borea D'Olmo che migliora sempre più

Una piazza che, quindi, migliora ulteriormente e che potrà essere sfruttata in modo straordinario, quando la pandemia da Covid-19 finalmente non sarà più l’argomento principale delle nostre giornate.

Sanremo: trenta fioriere con lo stemma della città ordinate per piazza Borea D'Olmo che migliora sempre più

Piazza Borea d’Olmo è stata da poco terminata, dopo l’intervento al sottosuolo ed il rifacimento della pavimentazione, ed ha già conquistato il parere favorevole di molti sanremesi ma anche dei commercianti che insistono sulla piazza e sulla attigua via Mameli.

Dopo tante proteste, soprattutto all’inizio della chiusura del parcheggio, ora (come accaduto anche per lo stop alle auto in via Matteotti) nel centro della città dei fiori si può circolare a piedi senza particolari problemi e, seppur il periodo non è dei migliori per l’emergenza Covid, la nuova sistemazione è stata molto apprezzata (in attesa della fine dei lavori nel primo tratto di via Matteotti).

Ora il Comune, dopo aver installato il primo arredo urbano con vasi e piante che diventeranno ad alto fusto, vuole migliorare ancora l’aspetto della piazza. Per questo l’Amministrazione ha intenzione di abbellire ulteriormente piazza Borea D’Olmo, collocando una trentina di fioriere personalizzate con lo stemma della città.

Palazzo Bellevue ha ordinato i prodotti per un importo di circa 32mila euro e, a breve, saranno installati andando a migliorare ulteriormente la qualità della piazza. Anche se, come detto il periodo non è dei migliori, c’è da immaginarsi la zona in occasione di appuntamenti e manifestazioni con questa qualità degli arredi e dopo la ripavimentazione in stile.

Ricordiamo, tra i tanti appuntamenti che si sono svolti quando piazza Borea D’Olmo non era ancora stata ristrutturata: una serie di spazi culturali e di spettacolo nelle sere d’estate, il classico ‘villaggio’ del Festival ma anche il ritrovo di bande e gruppi, in occasione del corso fiorito per la sfilata del sabato.

Una piazza che, quindi, migliora ulteriormente e che potrà essere sfruttata in modo straordinario, quando la pandemia da Covid-19 finalmente non sarà più l’argomento principale delle nostre giornate.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium