/ Sport

Sport | 18 novembre 2020, 10:42

Calciomercato. Si va verso una procrastinazione dei termini per il mondo dilettantistico

Calciomercato. Si va verso una procrastinazione dei termini per il mondo dilettantistico

Sei mesi, da luglio a fine dicembre, trascorsi praticamente con il mercato permanentemente aperto, tranne per la pausa novembrina. Partite giocate? Al massimo quattro o addirittura nessuna in certi campionati dall'Eccellenza in giù.

Ecco perchè, tra i mille contraccolpi della pandemia, vi è anche quello sulle dinamiche di mercato, seppur a conti fatti possa apparire il più effimero.

Bisogna però sottolineare come tra meno di due settimane riapriranno le liste di trasferimento e, con appena un mese di match disputati, risulta complesso per le società capire come muoversi, tranne in casi limite dovuti a infortuni di importante entità.

Molti allenatori non hanno ancora completato le proprie valutazioni del caso e, anche per gli stessi giocatori, è risultato ad oggi impossibile percepire a pieno il loro livello di ambientamento.

Una situazione di stallo che di fatto potrebbe rendere limitare notevolmente la valenza della finestra dicembrina. Per questo motivo la Lega Nazionale Dilettanti sta pensando di dilatare i tempi con le liste di trasferimento aperte, in vista di una ripartenza dei tornei nel 2021.

Ipotizzare date oggi non è plausibile, ancor di più perchè non vi è certezza sulle tempistiche del ritorno in campo, ma l'ampliamento della sessione invernale appare inevitabile. 

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium