/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2020, 12:34

Sanremo: mercato 'povero' ma non 'triste' oggi, nonostante le restrizioni c'erano anche diversi francesi

Già ieri ci era giunta notizia che alcuni francesi tentavano comunque di passare il confine, nonostante le restrizioni messe in atto dal governo transalpino.

Sanremo: mercato 'povero' ma non 'triste' oggi, nonostante le restrizioni c'erano anche diversi francesi

“E’ un mercato ‘povero’ ma sicuramente non ‘triste’ come quello di ieri a Ventimiglia. Ma la cosa che più ci ha stupito è aver visto alcuni clienti francesi che, teoricamente, non potrebbero attraversare la frontiera. Anzi, non potrebbero allontanarsi per più di un km dalla propria abitazione”.

Sono queste le dichiarazioni di alcuni commercianti, ambulanti e non, del mercato di Sanremo che quest’oggi hanno aperto i loro banchi alla clientela. L’appuntamento classico del sabato nella città dei fiori si è svolto regolarmente e, praticamente tutti i banchi erano presenti, nonostante qualcuno stia seriamente pensando a evitare l’apertura in alcuni mercati della prossima settimana, vista la situazione in atto.

Già ieri ci era giunta notizia che alcuni francesi tentavano comunque di passare il confine, nonostante le restrizioni messe in atto dal governo transalpino. Ma oggi abbiamo avuto la conferma da alcuni commercianti: “Io ne ho serviti almeno 5 o 6 – ci ha detto uno dei titolari di un banco all’interno dell’Annonario. Si sono presentati come se nulla fosse e, ovviamente, noi li abbiamo serviti”.

Rimane davvero incredibile come sia potuto accadere, tenuto conto dei controlli al confine. E’ chiaro che, con tre ‘barriere’ (Ponte San Ludovico, Ponte San Luigi e l’autostrada) non è facilissimo svolgerli per le forze dell’ordine. Ma, soprattutto, ci si chiede quali controlli vengano fatti in Francia, in questo lock down ‘light’. Anche tabacchini e rivendite di liquori hanno segnalato la presenza di francesi, anche se non con numeri elevati come quelli di giovedì.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium