/ Calcio

Calcio | 19 febbraio 2020, 12:18

Calcio, Promozione. Taggia, capitan Paolo Tarantola promuove lo 0-0 con la Sestrese: "Ma qualsiasi risultato non sarebbe stato decisivo. Stiamo facendo qualcosa di importante"

Il capitano ha dovuto saltare il big-match per un infortunio ma è pronto al rientro

Paolo Tarantola, capitano del Taggia

Paolo Tarantola, capitano del Taggia

A Borzoli non c'era ma si è goduto il risultato importante della sua squadra e da capitano ne è andato certamente orgoglioso.

Stiamo parlando di Paolo Tarantola, capitano del Taggia capolista del campionato di Promozione, che al nostro quotidiano online commenta così lo 0-0 ottenuto dai giallorossi sul campo della Sestrese.

Paolo, domenica eri assente per infortunio e hai visto i tuoi compagni di squadra ottenere un ottimo risultato: quanto vale lo 0-0 che avete ottenuto sul campo della Sestrese? "Lo 0-0 è un risultato importante che lascia tutto invariato, ma eravamo consapevoli che qualsiasi risultato fosse arrivato dalla partita di domenica non sarebbe stato decisivo. Il campionato è ancora lungo e si deciderà all'ultima giornata. La strada è ancora lunga e sarà sempre più difficile".

Siete li a giocarvi questo campionato e a 9 partite dalla fine non potete più nascondervi: sentite di avere qualcosa in più dei genovesi? "Stiamo facendo qualcosa di importante, non ci nascondiamo, ma allo stesso tempo rimaniamo coi piedi per terra perché la Sestrese è una squadra forte costruita per vincere. I genovesi saranno lì fino alla fine, solo continuando a lavorare potremmo riuscire a toglierci delle soddisfazioni".

Ti aspettavi una stagione così importante? 4 Cosa daresti a livello personale per il salto in Eccellenza? "Ad agosto col passare dei giorni si iniziava a respirare l’aria di una stagione importante, perché il gruppo era unito sempre di più giorno dopo giorno e le idee del mister erano molto chiare. La capacità di creare un gruppo unito disposto a remare tutti dalla stessa parte è uno dei punti sul quale il mister ha lavorato maggiormente e ora sta raccogliendo i frutti".

Quanto vi è da aiuto un allenatore come Simone Siciliano? "Il mister da allenatore ha la stessa personalità forte che aveva da giocatore (abbiamo giocato insieme a Imperia i miei primi anni da giovane), riuscendola a trasmetterla a noi giocatori facendoci sentire tutti e 25 importanti. E' questa la nostra forza".

Riccardo Aprosio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium