/ APPUNTI DI LIBERESO

In Breve

Che tempo fa

Cerca nel web

Il finocchio marino: Crithmum maritimum

APPUNTI DI LIBERESO, Sanremo Ospedaletti, Ventimiglia Vallecrosia Bordighera, Arma Taggia Valle Argentina, Imperia Golfo Dianese, GOURMET | 00:00

Grazie al suo sapore piccante, leggermente salato ed un profumo molto simile a quello del Finocchio è molto apprezzato nelle insalate e nelle salse aromatiche.

Che pianta è? Una Calotropis procera

APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET | 18:00

Deve il suo nome alla bellezza (kalos) del fiore, resiste alla siccità ed ha un discreto valore ornamentale.

E’ primavera, ecco la ricetta del Vino di Primula

APPUNTI DI LIBERESO, Ventimiglia Vallecrosia Bordighera, Sanremo Ospedaletti, Arma Taggia Valle Argentina, GOURMET | 00:00

Un fiore ottimo da mangiare e che ha importanti proprietà medicinali.

Sanremo: 2a edizione 'Forza della natura', dal 20 aprile al 1° maggio omaggio a Libereso Guglielmi

EVENTI, Sanremo Ospedaletti, APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET | 00:00

Tantissimi eventi per la seconda edizione della manifestazione “La Forza della Natura” in ricordo del giardiniere di Calvino.

La torta verde secondo Libereso

APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET, Sanremo Ospedaletti | 08:19

 Il testo è tratto dal libro di Libereso "Ricette per ogni stagione" edizioni Zem  Un tempo per preparare le torte di verdure si usavano le erbe spontanee raccolte nei prati e lungo i sentieri di montagna. Venivano...

'Il giardiniere di Calvino': negli 'Appunti di Libereso' ecco come 'dipingere' con i fiori del giardino

APPUNTI DI LIBERESO, Ventimiglia Vallecrosia Bordighera, Sanremo Ospedaletti, Arma Taggia Valle Argentina, Imperia Golfo Dianese | 00:00

Una lettera di Libereso agli studenti di una scuola media di Firenze.

Il 'Giardiniere di Calvino': Libereso Guglielmi ed i suoi molti viaggi, ecco gli appunti di quello in India

APPUNTI DI LIBERESO, Ventimiglia Vallecrosia Bordighera, Sanremo Ospedaletti, Arma Taggia Valle Argentina, Imperia Golfo Dianese, GOURMET | 00:00

Cassia fistula, Bombax malabrica, Dillenia obovata... i disegni della flora osservata nel parchi e nei giardini indiani nel 1989.

Una tazza di tè con il giardiniere di Calvino

APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET, Ventimiglia Vallecrosia Bordighera, Sanremo Ospedaletti | 00:00

Libereso in questo appunto indica alcuni succedanei del tè e suggerisce alcune tisane da provare

Un caffè con Libereso; l'elenco dei succedanei ricordando anche i 'surrogati'

APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET, Ventimiglia Vallecrosia Bordighera, Sanremo Ospedaletti | 00:00

I succedanei del caffè: Quercus (ghiande di q. robur e q.elix) Cariossidi di frumento, orzo, segale, Semi di mandorle, nocciole, noci, aggiunte alle cariossidi delle segale...........

Dal quaderno di Libereso alcune antiche ricette

APPUNTI DI LIBERESO, Ventimiglia Vallecrosia Bordighera, Sanremo Ospedaletti, Arma Taggia Valle Argentina, Imperia Golfo Dianese, GOURMET | 00:00

Per aromatizzare l'OLIO e l'ACETO e per ridurre l'uso del sale.

Una poesia speciale di Libereso: la preghiera dell'albero

APPUNTI DI LIBERESO, ATTUALITÀ, Sanremo Ospedaletti | 00:00

LA PREGHIERA DELL'ALBERO Ti prego lascia il mio ramo, che cerca nell'arco del cielo la sua libertà lascia la mia radice spingersi libera nel profondo del suolo e gli amici insetti, che fecondino i miei fiori. Ti prego...

E' tempo d'arance: proviamole nei biscotti

APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET | 10:23

Una ricetta di Libereso semplice, ma di sicuro successo.

Arance: la marmellata con le bucce

APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET, ATTUALITÀ | 00:00

Provatele anche in insalata con i finocchi. o, se preferite, come dessert

E' tempo di topinambur: una ricetta semplice e gustosa

APPUNTI DI LIBERESO, GOURMET, ATTUALITÀ | 18:00

Per alimentarsi in modo corretto e soprattutto sano e naturale, il consiglio di Libereso è quello di acquistare e consumare verdura e frutta di stagione. In tempi di crisi economica non soltanto è più sano, ma anche più...

E' tempo di Kaki: una ricetta di Libereso

APPUNTI DI LIBERESO, ATTUALITÀ, GOURMET | 00:00

" Il kaki è oggi considerato "l'albero della pace", perché dopo il devastante bombardamento atomico di Nagasaki, rimasero in vita soltanto alcuni esemplari di questa bellissima pianta".

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore